Cumulo pensioni, Rizzetto (FdI): «È gratis per i contribuenti, l’Inps non può imporre costi aggiuntivi»

Le parole del deputato di Fratelli d’Italia Walter Rizzetto sul rifiuto dell’Inps di sostenere le spese di gestione delle pratiche di cumulo con l’intenzione di accollarle alle Casse di previdenza anche per la totalizzazione delle pensioni

«È l’ennesimo caso in cui l’Inps vuole con prepotenza far valere propri e arbitrari precetti che vanno inevitabilmente a pregiudicare i contribuenti. Il cumulo gratuito va garantito». È quanto dichiara il deputato di Fratelli d’Italia Walter Rizzetto sul rifiuto dell’Inps di sostenere le spese di gestione delle pratiche di cumulo con l’intenzione di accollarle alle Casse di previdenza anche per la totalizzazione delle pensioni.

«Tra l’altro, per la gestione delle pratiche di cumulo - afferma Rizzetto - l’Inps ha ottenuto un ulteriore finanziamento da parte dello Stato. È, quindi, palesemente assurda la pretesa di onerare le Casse, e dunque gli iscritti, di tali costi aggiuntivi. In questo modo l’Inps sta ostacolando la legittima attuazione di una legge danneggiando tutti i contribuenti che vogliono andare in pensione avvalendosi del cumulo gratuito dei contributi versati a istituti previdenziali diversi» conclude il deputato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque metodi naturali per un piano cottura brillante

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Nudo e ubriaco prende il sole al Cedas davanti a tutti

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Delirio in piazza Libertà: sacco lanciato tra auto in corsa e urla senza senso

Torna su
TriestePrima è in caricamento