Decreto sicurezza: i capoluoghi del Fvg a favore

Dipiazza: "Restituisce ordine e dignità". D'accordo i sindaci di Gorizia, Udine e Pordenone, ma nel territorio nazionale altri primi cittadini dichiarano di non volerlo applicare, e Shaurli li appoggia. Fedriga: "Danneggiano le persone per andare contro Salvini"

I sindaci dei capoluoghi del Fvg si dichiarano all'unisono favorevoli al Decreto sicurezza dopo la decisione di alcuni colleghi, come Leoluca Orlando a Palermo, di sospendere l'applicazione.

I sindaci dei capoluoghi

Il sindaco Roberto Dipiazza dichiara ad Ansa "non solo il decreto rimette ordine, ma restituisce dignità e rispetto delle regole". D'accordo anche il sindaco di Gorizia Rodolfo Ziberna, secondo cui il provvedimento è "senza dubbio perfettibile, si pone lo scopo di aumentare la percezione della sicurezza nei cittadini e di arginare l'immigrazione clandestina. Ecco la ragione per cui a Gorizia senza dubbio il decreto verrà applicato". Del medesimo parere anche Alessandro Ciriani, sindaco di Pordenone, e Pietro Fontanini, primo cittadino di Udine.

Migranti, Menis (M5S): "Polidori confonde sicurezza e immigrazione"

Cristiano Shaurli (Pd)

Non dello stesso avviso il segretario regionale del Pd Cristiano Shaurli, che sostiene invece i sindaci contrari: “da una parte ci sono sindaci che vanno con la fascia tricolore alle manifestazioni della Lega, dall'altra sindaci che fanno con responsabilità il proprio lavoro, sollevano un problema, chiedono soluzioni, denunciano norme inapplicabili e giocate sulla pelle delle persone”.

“Il Partito democratico intende promuovere un confronto e un percorso di condivisione – aggiunge Shaurli - con gli operatori del settore e gli amministratori per comprendere a fondo le conseguenze concrete della legge Salvini. Perché questo Governo ha scritto e scrive le leggi talmente male da renderle inapplicabili e – conclude - non si è preoccupato delle conseguenze sulle comunità”.

Il governatore Fedriga

"Follia non voler applicare Legge Salvini - dichiara su Facebook - Per andare contro il ministro dell’Interno, alcuni sindaci del PD danneggiano le persone che dovrebbero rappresentare. Vorrebbero consegnare loro insicurezza, illegalità e clandestinità. Pur di colpire la Lega e Salvini, se ne fregano se sulla traiettoria vi siano i cittadini".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Investita da un autobus sulle rive: è grave

  • Economia

    Crisi industria, CGIL: "Più di 1000 lavoratori a rischio"

  • Cronaca

    "Campagna acquisti" della Lega, Manuela Declich abbandona Forza Italia

  • Cronaca

    La CISL: "Da mesi Alma in ritardo con gli stipendi"

I più letti della settimana

  • Rapina e sparatoria a Opicina, ladri ancora in fuga

  • Guida ubriaco e si schianta contro auto dei Carabinieri

  • Investita da un autobus sulle rive: è grave

  • Schianto sulla Costiera: ferito un ciclista

  • Violenta una 20enne a Verona, era stato minacciato con una katana a Trieste

  • Rogo in strada di Fiume 16, a fuoco i sotterranei di un palazzo

Torna su
TriestePrima è in caricamento