Differenziata Muggia, Delconte (FdI): «Questa raccolta porta a porta non può funzionare»

La proposta di FdI: «Siamo favorevoli ad un sistema misto che lasci tre cassonetti grandi per carta, plastica e vetro, nei luoghi dove sono posizionati normalmente; mentre umido ed indifferenziato vengano prelevati quotidianamente porta a porta»

«Prendendo spunto dalla situazione conflittuale tra cittadini e centrosinistra sulla questione rifiuti, si sottolineano alcuni accadimenti recenti: la civile manifestazione di piazza Marconi contro il porta a porta, un consiglio comunale “caldo” sul tema profughi e l’assemblea ad Aquilinia avente medesimo oggetto; senza contare la secretazione del luogo dove soggiorneranno gli immigrati. Tutte situazioni che hanno scavato un solco profondo fra l’amministrazione comunale, in balia delle divisioni interne al Partito Democratico, e i muggesani; in mezzo, un sindaco incapace di prendere decisioni autonome. È chiaro che in tale contesto bisogna invertire la rotta: occorre ascoltare i cittadini senza imporre i provvedimenti, dal momento che è palese che la “maggioranza” esiste solo per gli effetti della legge elettorale ma di fatto non c’è». Queste le dichiarazioni del consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Nicola Delconte.

«In risposta a questa tensione continua– aggiunge–, instaurata dalle impopolari scelte della giunta, non è sufficiente un rinvio del porta a porta ma serve sospendere immediatamente tutto, andare rione per rione, incontrare i relativi residenti, condominio per condominio e casetta per casetta se necessario; solo così gli amministratori locali potranno dare risposte serie ai legittimi problemi posti dalle persone».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Noi crediamo che il sistema di raccolta dei rifiuti porta a porta a Muggia, così come partorito dalla fervida mente della sinistra, non possa funzionare. È una concezione che non si sposa con il territorio ed è stata malamente imposta dal Pd che non ascolta le esigenze dei muggesani. Siamo invece favorevoli ad un sistema misto che lasci tre cassonetti grandi per carta, plastica e vetro, nei luoghi dove sono posizionati normalmente; mentre umido ed indifferenziato vengano prelevati quotidianamente porta a porta» conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: la console croata chiarisce la posizione del Paese

  • Intimano l'alt e gli puntano il fucile contro: la gita in bosco si trasforma in un incubo

  • Blocco unilaterale dei confini, Fedriga chiede l'intervento del Governo

  • Va a sbattere contro un cassonetto, brutto incidente in strada di Fiume

  • La Slovenia fa dietrofront: le frontiere apriranno gradualmente

  • La giunta "riscrive" il calendario delle feste: la Liberazione sarà il 12 giugno

Torna su
TriestePrima è in caricamento