Digitalizzazione dei trasporti, De Monte: «Priorità europea e ulteriore impulso per i nostri porti»

L' europarlamentare Pd e componente della commissione Trasporti e turismo, commenta lo Shore Center, un modello unico di ambiente virtuale di scambio delle informazioni a servizio degli armatori e della portualità

«Dall’Europa arriva un impulso concreto allo sviluppo dei porti italiani: grazie all’avvio del primo sistema di amministrazione virtuale, che permette lo scambio di dati tra armatori, autorità e operatori portuali, parte di fatto la digitalizzazione del settore dei trasporti marittimi». Lo afferma Isabella De Monte, europarlamentare Pd e componente della commissione Trasporti e turismo, commentando lo Shore Center, un modello unico di ambiente virtuale di scambio delle informazioni a servizio degli armatori e della portualità, presentato dalla Fondazione Cs Mare nel quadro della Mid-Term Conference del progetto Ue Stm (Sea Traffic Management).

Secondo De Monte «la digitalizzazione dei trasporti è da tempo una priorità europea e il futuro è l’interoperabilità dei sistemi informativi su tutta la catena logistica. Dunque l’impatto del progetto Stm e dell’iniziativa italiana in cui si inserisce va ben oltre i porti e i retroporti. La digitalizzazione non è un fine, ma un mezzo per raggiungere un’amministrazione più efficiente e più vicina a imprese e cittadini. Per questo declinare la policy di government in efficaci strumenti di e-administration è un processo in atto che dobbiamo cercare di velocizzare»

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Muore a 38 anni dopo una caduta con la moto, Dolina piange Devan Santi

  • Scomparso in Istria un triestino di 58 anni

  • Schianto tra moto e scooter in via Fabio Severo: tre feriti a Cattinara

Torna su
TriestePrima è in caricamento