Occupazione, Sibau (Ar): «Pd combatte il problema con partite a ping pong e cineforum»

«Bisogna dare risposte concrete: la gente ha bisogno di lavoro e soldi mentre il Pd propina una serie di proposte cervellotiche sul benessere psicofisico»

Giuseppe Sibau

«La disoccupazione? Si combatte con partite a ping pong e cineforum. Ecco le intelligenti proposte di legge che il Partito democratico porta in commissione in Consiglio regionale".
Giuseppe Sibau, consigliere regionale di Autonomia Responsabile, esprime «irritazione per norme che ridicolizzano un problema grave, che meriterebbe un approccio molto più serio. La proposta di legge sul gioco sociale irride le persone che faticano a trovare un lavoro. Alla crisi occupazionale si risponde con proposte concrete, con interventi per tagliare le tasse sul lavoro o con richiami alle politiche keynesiane».

«La sinistra, invece, - continua il consigliere - conferma di aver ormai perso il contatto con il mondo reale e propina una serie di proposte cervellotiche sul benessere psicofisico. La gente ha bisogno di lavoro e soldi, non di giochetti per distrarsi, tornei di ping pong ed estenuanti dibattiti in stile cineforum anni '70. La leggerezza con cui Pd e sinistra affrontano questi argomenti lascia sgomenti».
Ancora Sibau: «Serve uno sforzo di fantasia notevole per partorire proposte così allucinanti. Immagino che i nostalgici del comunismo nostrani si ispirino alla Repubblica Popolare Cinese per trovare queste soluzioni brillanti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cappotto, come scegliere il modello giusto in base alla tua silhouette

  • Malore durante l'allenamento in palestra, salvata da un infermiere in pensione

  • Bimbo cammina in fondo alla chiesa, alcuni fedeli "cacciano" lui e la madre

  • Trieste e Vienna sempre più vicine: in arrivo il nuovo collegamento ferroviario

  • Mano pesante del Questore, giù le serrande del Mc Donald's per una settimana

  • Acqua alta sulle rive e piazza Unità, allagamenti anche a Muggia e Grado (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento