Allarme droga tra i giovanissimi, Novelli-Piccin (FI): «La Regione fa poco o nulla, bisogna intervenire»

«Necessaria prevenzione di fronte ad un ritorno dell’eroina consumata come spinello e ai continui arresti di spacciatori fuori dalle scuole»

«Di fronte ad un ritorno dell’eroina consumata come spinello, all’aumento del consumo di droga da parte di giovanissimi, ai continui arresti di spacciatori che presidiano i nostri parchi alla ricerca di consumatori che magari escono dalle nostre scuole, che cosa fanno le Istituzioni in termini di prevenzione? Poco o nulla, visto la Regione ha deciso, ad esempio, di non rifinanziare la legge regionale 8/2011 che istituiva la Giornata regionale per la lotta alla droga».
Ad intervenire sul tema sono i consiglieri regionali di Forza Italia Roberto Novelli e Mara Piccin che hanno annunciato la presentazione di un emendamento nell’ambito della prossima legge finanziaria che propone il finanziamento della legge 8/2011.

«Non passa giorno – rilevano Novelli e Piccin – che la cronaca non ci riporti notizie legate allo spaccio o consumo di droga. Per citare solo quelle degli ultimi due giorni: l’emergenza spaccio al parco Querini di Pordenone e l’arresto di un richiedente asilo di nazionalità afghana che spacciava hashish, marijuana e la pericolosissima ketamina. Per non parlare poi dei sequestri dell’eroina killer che sono stati effettuati nei giorni scorsi a Mestre o della nuova moda del consumo di spinelli con eroina, diffusa soprattutto tra i giovanissimi. Ma non dimentichiamo i vari sequestri di droga all’interno delle scuole della nostra regione, o gli spacciatori arrestati all’uscita degli istituti scolastici».

«Un vero e proprio allarme che, però, pare essere sottovalutato dalle Istituzioni, in primis dalla Regione che ha deciso di togliere i finanziamenti alla legge sull’istituzione della Giornata regionale per la lotta alla droga che aveva proprio lo scopo di sensibilizzare i nostri ragazzi sui rischi derivanti dal consumo di sostanze stupefacenti. Per questo presenteremo un emendamento alla prossima Legge di Stabilità per reintrodurre le risorse a quest’importante iniziativa».
«È necessario poi – concludono Novelli e Piccin – che la Regione promuova un tavolo con le Forze dell’Ordine, le istituzioni scolastiche, gli esperti delle Aziende Sanitarie e le rappresentanze dei genitori per capire quale sia lo stato dell’arte dei programmi formativi e di prevenzione e cura all’interno di tutte le scuole del Fvg, nonché la loro reale efficacia».


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piazza Sant'Antonio "musicale", da Londra arriva il progetto da sogno

  • Brutto incidente a Servola, quattro persone all'ospedale

  • Come coltivare in casa l'aloe vera, una pianta dai mille benefici

  • Auto divorata dalle fiamme in garage a Valmaura, una testimone: "Ci dormiva gente, lì sotto c'è anarchia"

  • Triestina-Cesena 4 a 1 | Le pagelle: poker servito, il Rocco: "Vi vogliamo così"

  • Gubbio-Triestina 2 a 0 | Le pagelle: brutta e senz'anima, Offredi affonda l'Unione

Torna su
TriestePrima è in caricamento