Decimo topolino di Barcola, Uatp: «Più sicurezza, gestione a associazioni subacquee»

È quanto hanno proposto Alessia Rosolen, candidata sindaco per Un'Altra Trieste Popolare, e Roberto Bolelli, candidato nella lista UatP

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Affidare la gestione parziale del decimo Topolino di Barcola alle associazioni subacquee triestine. Per consentire lo svolgimento di attività didattiche agli appassionati. E, aspetto non marginale, per dare un contributo nell’ottica di rendere più sicura tutta l’area.

È quanto hanno proposto Alessia Rosolen, candidata sindaco per Un’Altra Trieste Popolare, e Roberto Bolelli, candidato nella lista UatP, alla presenza dei rappresentanti delle associazioni Murena Sporting Club, Scuba Tortuga, Circolo Sommozzatori Trieste, Aquatik Dream Trieste, Centro Sub Trieste, Ghisleri, Sub Sea Club.

«Abbiamo già presentato il nostro progetto alle associazioni – ha spiegato Bolelli – riscontrando piena adesione ed entusiasmo. Il decimo Topolino sarebbe la sede ideale per dare vita ad attività didattiche che, allo stato, costringono i nostri sodalizi ad andare in Slovenia e in Croazia. Con un accordo specifico, potremmo evitare trasferte e valorizzare il nostro mare».

Ancora Bolelli: «In questa zona, lo scorso anno, si sono registrati episodi spiacevoli. La gestione, parziale, in orari prestabiliti, delle associazioni garantirebbe la presenza di un presidio in grado di tutelare residenti e bagnanti, e, quindi, sarebbe un prezioso contributo per la sicurezza pubblica. Non solo – azzarda Bolelli – potremmo strappare qualche giovane a una vita fatta di espedienti e piccoli vandalismi, e indirizzarlo a praticare un’attività sportiva sana e molto più appagante».

Bolelli ha infine rilevato che «una piena valorizzazione di tutta Barcola, decimo Topolino compreso, consentirebbe di migliorare l’offerta turistica complessiva. Bagnanti che arrivano dal Friuli o dal monfalconese potrebbero spingersi fino a Trieste, anziché fermarsi a Sistiana. Questo, darebbe un impulso importante anche ai chioschi e alle attività di Barcola e della nostra città”. Per Bolelli “si tratta di un progetto di semplice realizzazione, che darebbe risposta a un’esigenza diffusa per le associazioni, risultando contestualmente conveniente per i cittadini e gli esercenti di Barcola». 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Influenza, Asuits: «A Trieste nessuna criticità: siamo attrezzati per la popolazione anziana»

  • Cronaca

    Festa della Polizia locale, Abbate: «Siamo sempre presenti, ma senza strumenti e tutele»

  • Cronaca

    Sequestrati 80 animali nella fattoria di Trebiciano per scarsa cura

  • Cronaca

    White Cafè senza musica per un mese: dopo la denuncia di un privato il sequestro dell'impianto

I più letti della settimana

  • Presunta aggressione dei poliziotti sloveni, la "pseudo-vittima" e il figlio pagano la multa senza reclami

  • Identificata dalla Polizia la vittima di via Foscolo: un triestino di 61 anni

  • I migliori pub a Trieste secondo Tripadvisor

  • Incidente in via Flavia: 14enne investito dal bus

  • Sfreccia con le skate in via Settefontane: multato dalla Polizia locale, risale sulla tavola e viene sanzionato di nuovo

  • Maxi furto di cellulari alla Tim di piazza della Borsa: 500 smartphone rubati "a rate"

Torna su
TriestePrima è in caricamento