Esuberi in Wartsila Italia, la posizione dell'USB

"Una richiesta di esuberi decontestualizzata dal nostro territorio e basata sul nulla, arrivata per la mera necessità di accontentare gli azionisti"

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il testo dell'USB Lavoro Privato – Federazione di Trieste

In data odierna USB Lavoro Privato – Federazione di Trieste ha incontrato Wartsila per una disamina della situazione a seguito delle dichiarazioni di esuberi della corporate: 40 in tutta Italia, 34 a Trieste solo nel ramo impiegatizio. Disamina lunga e articolata che ha evidenziato in particolare per il sito di Trieste degli esuberi legati principalmente alla riorganizzazione aziendale piuttosto che ad una flessione del mercato che, dal punto di vista della produzione, non presenta quindi cali di alcun genere. Una richiesta di esuberi decontestualizzata dal nostro territorio e basata sul nulla, arrivata per la mera necessità di accontentare gli azionisti.

Massimiliano Generutti (USB Lavoro Privato): “L’azienda che ha più volte eluso al tavolo la domanda circa il piano industriale esibendo una serie di esempi di investimenti e innovazioni che non possono essere ritenuti parte di un disegno complessivo a sostegno di future garanzie occupazionali”. Per Sasha Colautti del coordinamento regionale di USB Lavoro Privato: “La multinazionale finlandese con sede a Bagnoli ha prodotto ormai 5 ristrutturazioni nel corso degli ultimi 10 anni. Ristrutturazioni dove la gestione degli esuberi “paracadutati” con incentivi, ricollocazioni e prepensionamenti è stata permessa grazie ad ingenti iniezioni di denaro pubblico. Denaro evidentemente mal ripagato, se ogni 2 anni si ripresenta in questa aziendail rischio di perdita occupazionale”. Per USB il passaggio necessario è, prima disegnare il futuro dello stabilimento e dentro questo contesto valutare la richiesta di esuberi avanzata da Wartsila. Oggi questi esuberi li respidiamo con forza al mittente.

In mancanza di questo contesto USB non può condividere percorsi in cui si da per scontato uno “sfoltimento” del personale su cui vigilare. Come è nostra abitudine, assieme a lavoratrici e lavoratori deciderà il percorso più consono per dare loro un futuro chiaro. Il primo passo sarà domani, confrontandoci coi lavoratori riuniti nelle due assemblee organizzate dalla RSU di USB che si svolgeranno presso lo stabilimento di Wartsila Italia Spa

Wärtsilä incontra i sindacati: taglio di 38 posti di lavoro a Trieste

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento