Farmaci generici anche per gli animali

Punta ad abbattere i costi sostenuti dai proprietari di animali da affezione, la mozione firmata da Sibau, Revelant e Santarossa (AR), De Anna, Ziberna e Marini (FI) e Ciriani (FdI/AN), accolta dall'assessore Telesca e poi dall'Aula

Così gli impegni che si chiedono alla Giunta regionale: attivarsi presso il ministero della Salute affinché si vigili sui prezzi dei farmaci veterinari e si offra la possibilità ai veterinari e alle parafarmacie di vendere le specialità farmaceutiche per animali da compagnia come già accade in tutti i Paesi europei, e perché l'Italia si faccia parte attiva in sede europea perché sia definita la somministrazione dei medicinali generici, già registrati per gli umani e a parità di composizione, anche per gli animali da affezione, con una semplificazione delle procedure di registrazione dei farmaci e conseguente abbattimento dei costi; 

farsi promotrice di una campagna di sensibilizzazione presso farmacie, parafarmacie e veterinari per l'uso di tali farmaci; intervenire perché la disciplina tributaria tenda conto della valenza delle prestazioni medico-veterinarie in termini di prevenzione per la sanità animale e la salute pubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non si potrà fare nulla senza di noi": anche a Trieste i manifesti contro Di Maio

  • Coronavirus, dichiarato lo stato d'emergenza in FVG

  • Blocco totale in Regione, ecco l'ordinanza di chiusura

  • Schianto fatale in moto a Monfalcone: morto un 38enne triestino

  • Far west in strada per Opicina, fugge all'alcoltest e aggredisce un carabiniere: arrestato

  • Emergenza Coronavirus, chiude l'Università di Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento