Sanità, Fedriga: «Necessario superare le criticità generate dalla riforma sanitaria»

«Tagliare i servizi, specie quando si parla di salute pubblica, non può mai essere la risposta giusta»

«Superare le criticità generate dalla riforma sanitaria e lavorare al recupero della piena efficienza e capillarità dei servizi a beneficio dei cittadini sono due elementi chiave che andranno affrontati nella prossima legislatura».

Lo dichiara Massimiliano Fedriga, candidato del centrodestra alla Presidenza della Regione, al termine del sopralluogo all'ospedale di Monfalcone con il sindaco Anna Cisint.

«Tagliare i servizi, specie quando si parla di salute pubblica, non può mai essere la risposta giusta. Oggi, entrando nell'ospedale di Monfalcone, per prima cosa mi sono imbattuto in un cartello affisso sulla porta dell'ex sede della guardia medica a ricordarne la soppressione: segno non tanto degli errori commessi dalla politica - commenta Fedriga - ma soprattutto dell'incapacità di quest'ultima di prenderne atto e di ravvedersi, colmando, nell'esclusivo interesse dei cittadini, le lacune generate».

«Una revisione che deve estendersi al rapporto tra ospedale e territorio, per dare risposte alla necessità di presa in carico dei pazienti a 360 gradi e liberare le Rsa da funzioni ulteriormente gravose rispetto a quelle già previste per legge».

Potrebbe interessarti

  • Dieta low carb, eliminare o sostituire i carboidrati nella nostra alimentazione?

  • Lenti a contatto, le cattive abitudini che danneggiano la salute dei nostri occhi

  • Rinnovo patente b, procedure e documenti necessari

  • Arredamento, le tendenze più in voga del 2019

I più letti della settimana

  • Squalo Mako di 4 metri avvistato in Croazia

  • Statua di D'Annunzio, Corona si schiera con Dipiazza: "Lascia perdere il Pd"

  • Annegato a Barcola, il cuore del ragazzo batte ancora

  • Schianto contro il guardrail nella notte, morto un motociclista

  • Squalo nell'Adriatico, parla l'esperto: come non finire nelle fauci di un Mako

  • Blitz dei NAS nella pizzeria La Caprese, multe per oltre 7000 euro

Torna su
TriestePrima è in caricamento