Sanità, Fedriga: «Necessario superare le criticità generate dalla riforma sanitaria»

«Tagliare i servizi, specie quando si parla di salute pubblica, non può mai essere la risposta giusta»

«Superare le criticità generate dalla riforma sanitaria e lavorare al recupero della piena efficienza e capillarità dei servizi a beneficio dei cittadini sono due elementi chiave che andranno affrontati nella prossima legislatura».

Lo dichiara Massimiliano Fedriga, candidato del centrodestra alla Presidenza della Regione, al termine del sopralluogo all'ospedale di Monfalcone con il sindaco Anna Cisint.

«Tagliare i servizi, specie quando si parla di salute pubblica, non può mai essere la risposta giusta. Oggi, entrando nell'ospedale di Monfalcone, per prima cosa mi sono imbattuto in un cartello affisso sulla porta dell'ex sede della guardia medica a ricordarne la soppressione: segno non tanto degli errori commessi dalla politica - commenta Fedriga - ma soprattutto dell'incapacità di quest'ultima di prenderne atto e di ravvedersi, colmando, nell'esclusivo interesse dei cittadini, le lacune generate».

«Una revisione che deve estendersi al rapporto tra ospedale e territorio, per dare risposte alla necessità di presa in carico dei pazienti a 360 gradi e liberare le Rsa da funzioni ulteriormente gravose rispetto a quelle già previste per legge».

Potrebbe interessarti

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

  • Ricetta cheesecake ai frutti di bosco, il dolce estivo da provare

I più letti della settimana

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Incidente in ex GVT: padre e figlia in ospedale

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Una proposta di matrimonio "da film" al cinema Nazionale

  • Polli: "Non fuggono dalla guerra, sono palestrati", ma è una foto del cantante Tequila Taze

  • Malore in spiaggia, bambina finisce al Burlo

Torna su
TriestePrima è in caricamento