Festa della Liberazione, Tondo : «Piena solidarietà al rabbino di Trieste»

Il presidente di Autonomia Responsabile: «Stop a strumentalizzazioni becere e inqualificabili»

Foto di repertorio

«Piena solidarietà al rabbino di Trieste. Rabbia e indignazione per le solite, sistematiche, inqualificabili provocazioni di quelli che infangano la festa del 25 aprile e mancano profondamente di rispetto verso chi ha combattuto per la libertà e per la democrazia». Così Renzo Tondo, presidente di Autonomia Responsabile, nel rilevare che «ci sono circostanze in cui la condanna deve essere unanime. Il 25 aprile deve essere una festa, non un pretesto per violente e becere rivendicazioni di parte».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piazza Sant'Antonio "musicale", da Londra arriva il progetto da sogno

  • Cade in acqua con la gamba fratturata: salvato "per miracolo" in porto

  • Auto con 5 persone si cappotta a Santa Croce: tre minori al Burlo

  • Piacenza-Triestina 1 a 2 | Le pagelle: bum bum Maracchi, l'Unione espugna Piacenza

  • Auto divorata dalle fiamme in garage a Valmaura, una testimone: "Ci dormiva gente, lì sotto c'è anarchia"

  • Inseguiti a Rabuiese, gettano dal finestrino la marijuana: in manette tre giovani

Torna su
TriestePrima è in caricamento