Migranti, Riccardi (Fi): «L'integrazione è l'adesione ai valori della comunità ospitante»

«Mi auguro che a breve la sinistra definisca, parallelamente all'insieme dei diritti, una Carta dei doveri del nuovo cittadino»

«Ascoltando le parole che Debora Serracchiani ha rivolto ieri ai musulmani presenti in FVG e in Italia in occasione della fine del Ramadan, pare proprio di capire che la presidente si stia pian piano rendendo conto che la base dell'integrazione è l'adesione ai valori della comunità ospitante».

Lo dichiara il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Riccardo Riccardi.

«Se da un lato - prosegue il capogruppo - fa piacere che finalmente questa ovvietà venga recepita dalla sinistra, dall'altro è inevitabile domandarsi come mai questo concetto tanto banale quanto importante stia trovando cittadinanza nel pensiero del Pd proprio ora, essendo prima considerato quasi un'eresia. A voler pensare male potrebbe sembrare ai più maliziosi una virata elettorale».

«Mi auguro - conclude Riccardi - che a breve la sinistra giunga anche alla riabilitazione del concetto di dovere come categoria base per un'effettiva convivenza, magari definendo, parallelamente all'insieme dei diritti, una Carta dei doveri del nuovo cittadino. Stilata ovviamente sulla base dei nostri valori e delle nostre leggi, che di quei valori sono emanazione»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fondo milanese si "disfa" delle sue proprietà, venduti 1300 metri quadrati alle Torri

  • ​Impermeabilizzazioni edili, come rendere il terrazzo sicuro e resistente senza spendere troppo

  • Chiude il "Caffè dei libri": il tribunale dichiara il fallimento

  • Cade in acqua con la gamba fratturata: salvato "per miracolo" in porto

  • Auto con 5 persone si cappotta a Santa Croce: tre minori al Burlo

  • “Era il ‘Bronx’, oggi è un gioiello” l'evoluzione di borgo San Sergio per i residenti (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento