Migranti rintracciati, FSP Polizia: "Manca una strategia"

Il segretario generale provinciale FSP Polizia Alessio Edoardo chiede più responsabilità al Governo per un impegno nel rafforzare il personale della Polizia sul territorio

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la nota stampa del segretario generale provinciale FSP Polizia.

"Continua imperterrita la fiumana di immigrati clandestini sul territorio nazionale dal versante nord orientale, oggi fermate 28 persone a pochi giorni dalla tragedia che ha portato ad una vittima sulla dorsale del monte Carso. Siamo a denunciare per l’ennesima volta la mancanza di una strategia per arginare l’affluenza migratoria della rotta balcanica". Lo afferma il segretario generale provinciale FSP Polizia Alessio Edoardo.

"Purtroppo, nell’indifferenza del Governo, il personale della Polizia di Frontiera deve affrontare una mole di lavoro pesantissima con un organico ridotto ai minimi termini da politiche ministeriali che non prendono in dovuta considerazione la situazione del confine orientale trattandola come secondaria ma , che con i numeri in possesso, sembra essere una vera e propria emergenza quasi pari alla rotta mediterranea. Infatti, nel silenzio dei boschi, ogni giorno scendono in città decine di migranti mettendo in crisi il sistema sicurezza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Questa O.S. chiede più responsabilità al Governo per un impegno nel rafforzare il personale della PS sul territorio, senza utilizzare le solite ed inutili attività di tampone per mezzo di aggregazioni temporanee, ci auguriamo una presa di posizione seria e costruttiva, che porti ad un immediato aumento del personale permanente, il quale, possa attuare una attività di vigilanza del territorio superiore alle due unità attuali, oltre si c’è il bisogno di attivare protocolli sanitari per il controllo dei migranti rintracciati e del personale di Polizia operante il quale e a stretto contatto con i rintracciati per tutto il tempo delle operazioni di identificazione". Conclude il Sindacalista: ”Solo in questa maniera si potrà avere un servizio costante di vigilanza del territorio senza andare a pesare sul poco personale ormai stremato dai servizi.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Coronavirus, altra impennata in Fvg: 147 positivi e sei morti, i contagiati sono oltre 1100

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • Coronavirus, altro balzo in avanti: in Fvg i contagiati ora sono 1223, 13 guariti in più

  • I contagiati salgono a 930, 54 decessi: il bollettino del FVG

  • Coronavirus: anche a Trieste arrivano le mascherine, saranno distribuite da lunedì

Torna su
TriestePrima è in caricamento