Imprenditoria under 35, Bini: "FVG all'ultimo posto in Italia, in arrivo 2,5 milioni"

"Un'analisi che non spaventa, ma che è da stimolo alla ricerca di nuove strategie. Le risorse saranno inserite nel bando in pubblicazione il prossimo 23 luglio. In ottobre un evento di business matching con giovani imprenditori di tutta Europa ed in particolare dell'Alpe Adria"

Il FVG all'ultimo posto nella classifica nazionale per le imprese giovanili (il 7,2& sul totale delle imprese), ma l'assessore alle attività produttive Sergio Emidio Bini interviene dichiarando che  "Nel bando in pubblicazione il prossimo 23 luglio la Regione metterà a disposizione 2,5 milioni di euro di risorse destinate all'imprenditoria giovanile". È questa la risposta che l'assessore  ha portato al Comitato imprenditoria giovanile della Camera di Commercio di Pordenone e Udine con cui si è confrontato oggi nella sede camerale.

"Un'analisi che non spaventa"

L'incontro ha preso le mosse dall'analisi dei dati statistici elaborati dal centro studi camerale, secondo cui le imprese giovanili in Friuli Venezia Giulia sono il 7,2% del totale pari a 7410 imprese, un dato che pone la Regione all'ultimo posto della classifica nazionale, assieme a Veneto ed Emilia Romagna (entrambe al 7,4%). "Un'analisi che non spaventa, ma che è da stimolo alla ricerca di nuove strategie per incentivare la nascita di imprese a conduzione under 35, proprio come stiamo facendo" ha ribadito Bini che ha lanciato l'idea di creare un "green team" di giovani imprenditori che funga da tavolo di consulenza per la condivisione delle linee guida a supporto del settore.

Strategia e impresa, come scrivere un business plan vincente

Una "road map"

"Fin dalla prossima metà di settembre avvieremo una road map con i protagonisti dell'impresa giovanile per affrontare le tematiche più attuali su cui attivare nuove iniziative normative e regolamentari così da proseguire il percorso di ascolto e condivisione delle istanze del territorio e del mondo economico regionale" ha annunciato Bini. I temi sotto la lente sono la formazione, l'innovazione, la sburocratizzazione, l'alternanza scuola-lavoro, la semplificazione e il miglioramento dei bandi specifici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infoday e business matching

Sui bandi, inoltre, Bini ha annunciato l'avvio di Infoday per trasmettere ai soggetti interessati tutte le informazioni utili a favorire l'accesso alle risorse pubbliche. Formazione, stimolo alla cultura d'impresa, scambi internazionali tra giovani imprese sono stati anche tra le priorità evidenziate dai componenti del Comitato camerale, che si sono messi a disposizione per diventare interlocutore privilegiato della Regione per progetti e idee riguardanti l'economia e l'impresa giovanile. "Il 18 ottobre prossimo, peraltro - ha annunciato il presidente del Comitato Fabio Passon - organizzeremo e ospiteremo qui a Udine un evento di business matching con giovani imprenditori di tutta Europa ed in particolare dell'Alpe Adria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: la console croata chiarisce la posizione del Paese

  • Intimano l'alt e gli puntano il fucile contro: la gita in bosco si trasforma in un incubo

  • Blocco unilaterale dei confini, Fedriga chiede l'intervento del Governo

  • Va a sbattere contro un cassonetto, brutto incidente in strada di Fiume

  • La Slovenia fa dietrofront: le frontiere apriranno gradualmente

  • La giunta "riscrive" il calendario delle feste: la Liberazione sarà il 12 giugno

Torna su
TriestePrima è in caricamento