Sloveno a scuola, Grim (Pd): «Brandi non coglie le opportunità di questa scelta»

«Maggior possibilità di scelta ai giovani e ai loro genitori»

«Spiace rilevare che l’assessore Brandi non colga le opportunità di sbocchi professionali che vengono date alle ragazze e ai ragazzi delle nostre scuole grazie alla scelta di istituire l’insegnamento dello sloveno come seconda lingua comunitaria – commenta la consigliera comunale Antonella Grim -».
«Sono molto lieta di questo provvedimento, che offre maggior possibilità di scelta ai giovani e ai loro genitori. Un risultato atteso e sperato: più volte avevo presentato questa opportunità al Miur» conclude Grim.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade in acqua con la gamba fratturata: salvato "per miracolo" in porto

  • Piazza Sant'Antonio "musicale", da Londra arriva il progetto da sogno

  • Auto con 5 persone si cappotta a Santa Croce: tre minori al Burlo

  • Piacenza-Triestina 1 a 2 | Le pagelle: bum bum Maracchi, l'Unione espugna Piacenza

  • Auto divorata dalle fiamme in garage a Valmaura, una testimone: "Ci dormiva gente, lì sotto c'è anarchia"

  • Inseguiti a Rabuiese, gettano dal finestrino la marijuana: in manette tre giovani

Torna su
TriestePrima è in caricamento