Illy assolto, tutti d’accordo: «Giustizia è fatta»

Tondo, De Monte e Grim commentano la sentenza della Corte dei Conti relativa alla cessione dell’ex caserma della Guardia di Finanza di Tarvisio (Udine)

«L’assoluzione della Giunta Illy è una buona notizia, di cui non possiamo che essere soddisfatti». Lo afferma l’eurodeputata del Pd Isabella De Monte, commentando la sentenza della Corte dei Conti relativa alla cessione dell’ex caserma della Guardia di Finanza di Tarvisio (Udine).

Secondo De Monte «la sentenza certifica che l’operato della Giunta guidata da Riccardo Illy è stato volto esclusivamente al rispetto delle norme e al bene della pubblica Amministrazione. Ciò va a beneficio del prestigio della Regione e dimostra il buon lavoro, la serietà e la competenza di una Giunta che ha portato avanti e concretizzato correttamente le proprie scelte».

D'accordo anche la segreteria regionale del Pd Fvg, Antonella Grim: «Sono soddisfatta e lieta per una sentenza che conferma il buon operato e la serietà della Giunta Illy».

Secondo Grim «la sentenza di assoluzione certifica il pieno rispetto delle norme da parte dell’esecutivo di centrosinistra e testimonia che a orientare le scelte della Giunta furono esclusivamente il bene e l’interesse dell’Amministrazione regionale. Da ex assessore conosco la complessità del governare, e quando la magistratura attesta il buon operato di pubblici amministratori è sempre una bella notizia. In quella squadra di governo sedevano esponenti di peso del centrosinistra e del Partito democratico, che hanno agito nell’interesse pubblico. Siamo sempre stati fiduciosi sulla serietà della Giunta Illy e il pronunciamento odierno toglie ogni nube».

«Come dichiarato oggi da Riccardo Illy – sottolinea Grim – l’assoluzione elimina ogni vincolo a un suo eventuale impegno pubblico. Illy ha sempre agito nell’alveo del centrosinistra e può rappresentare una risorsa preziosa per il centrosinistra, per il Pd e per il nostro candidato alla presidenza della Regione, Sergio Bolzonello. Il presidente Illy ha espresso la propria disponibilità ad appoggiare un candidato di valore come Bolzonello e per noi il suo contributo sarebbe certamente un ulteriore punto di forza».

Infine anche secondo Renzo Tondo, presidente di Autonomia Responsabile in Consiglio regionale, si tratta di «una sentenza logica, che accolgo con sincera soddisfazione sia dal punto di vista umano che politico. In tempi non sospetti, quando gli è stata formalizzata l’accusa, sono stato uno dei pochi, forse l’unico, a intervenire pubblicamente in sua difesa. Come amministratore, ritengo corretta la valutazione della Corte dei Conti». Tondo chiude auspicando che «anche la sinistra, finalmente, impari la lezione: il giustizialismo non paga, servono buon senso e onestà intellettuale».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • In carcere 18enne per l'accoltellamento di scala dei Giganti, parte della gang del "Kalashnikov"

  • Topi, muffa e sporcizia in un bar di via Carducci: sequestrati gli alimenti

  • Incidente sulla curva Faccanoni: un ferito

  • Decreto Clima, arriva il bonus rottamazione 2020

  • Giovanni Gargiulo è Mister Trieste 2019

Torna su
TriestePrima è in caricamento