Immigrazione, Bolelli (IpT): «Interventi solo con scarafaggi e malattie per strada?»

Lo riferisce in una nota Roberto Bolelli, segretario di Italiani di Trieste: «Che la nostra città sia malgovernata, e in certi casi abbandonata a se stessa, è sotto gli occhi di tutti. Ennesima dimostrazione è la gestione della emergenza immigrazione»

«Che la nostra città sia malgovernata, e in certi casi abbandonata a se stessa, è sotto gli occhi di tutti. Ennesima dimostrazione  è la gestione della emergenza immigrazione ed in particolare quella relativa alle centinaia di clandestini accampati al Silos».

Lo riferisce in una nota Roberto Bolelli, segretario di Italiani di Trieste.

«Una continua ricerca di siti - continua la nota - , tutti poi risultati non idonei, che dimostra sia l'idea ipocrita di accogliere tutti, senza distinzione tra immigrati e clandestini, sia di non avere la minima idea di dove mettere queste persone, che nel frattempo si sistemano in baraccopoli fatiscenti».

«Ricordo - conclude -  che poco tempo fa l'Assessore competente dichiarava di "non vedere alcun problema".Cara Giunta comunale, bisogna arrivare ad avere gli scarafaggi e le malattie per strada per accorgersi di questi problemi?».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade in acqua con la gamba fratturata: salvato "per miracolo" in porto

  • Auto con 5 persone si cappotta a Santa Croce: tre minori al Burlo

  • “Era il ‘Bronx’, oggi è un gioiello” l'evoluzione di borgo San Sergio per i residenti (FOTO)

  • Piacenza-Triestina 1 a 2 | Le pagelle: bum bum Maracchi, l'Unione espugna Piacenza

  • Camioncino Acegas si schianta contro un muro in via Sottomonte

  • Inseguiti a Rabuiese, gettano dal finestrino la marijuana: in manette tre giovani

Torna su
TriestePrima è in caricamento