Immigrazione, Torrenti: «Regione non può supportare ulteriori arrivi»

Lo afferma l'assessore regionale Gianni Torrenti, a fronte dei nuovi arrivi di profughi sul territorio regionale: «Abbiamo appreso la notizia degli arrivi dei nuovi profughi quando già una parte erano giunti in regione e una parte erano in viaggio»

«La Regione, pur esprimendo la massima solidarietà a una situazione nazionale di grande criticità, non può sopportare ulteriori arrivi e stigmatizza il fatto di non essere stata minimamente coinvolta nemmeno a livello di informazione». Lo afferma l'assessore regionale all'Immigrazione e Solidarietà Gianni Torrenti, a fronte dei nuovi arrivi di profughi sul territorio regionale.

«uecento profughi sono già arrivati e cento sono in arrivo e di questi - ha riferito Torrenti -  duecento è stato possibile sistemarli perché prudenzialmente erano già stati trovati degli spazi»

Torrenti esprime anche la posizione della Regione in merito a un mancato tempestivo coinvolgimento: «abbiamo appreso la notizia degli Torrenti Gianniarrivi dei nuovi profughi quando già una parte erano giunti in regione e una parte erano in viaggio: così non va. Noi dobbiamo essere avvisati in anticipo e non a cose fatte. Inoltre la Regione ritiene di contribuire con una quota che, pur nell'aumento complessivo, è decisamente adeguata».

«Il fatto è che in questo momento non siamo in grado più di dare risposte rapide alle richieste delle Autorità centrali, in quanto stiamo fronteggiando anche i nostri arrivi di terra. Questi erano stati compresi negli accordi per il computo dell'accoglienza, ma purtroppo all'impegno non hanno fatto seguito i fatti. Evidentemente, il Governo in un momento di emergenza ha sottovalutato le nostre esigenze specifiche».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Ciò che serve in questo momento - ha concluso Torrenti - è un'informazione tempestiva, un carico sostenibile per il territorio e una risposta nazionale omogenea, come è stato concordato nella Conferenza delle Regioni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta esplosione in zona Campanelle, gravissimi due giovani

  • Terrore a Barcola: spari in pineta, è caccia all'uomo

  • Sparatoria con inseguimento a Barcola, arrestato a Grignano

  • Sparatoria ed inseguimento a Barcola, sullo sfondo una storia di droga

  • Spari a Barcola: è un avvocato l'arrestato per spaccio di droga

  • Auto precipita nella scarpata in zona Muggia (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento