Interventi transfrontalieri: il Sap chiede regole chiare

Il SAP da tempo chiede “tutela” per i poliziotti, sotto il profilo delle “garanzie funzionali”

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la nota stampa del SAP

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La storia si ripete e si ripeterà: ancora un inseguimento transfrontaliero, l’ennesimo per bloccare la fuga di un passeur con a bordo clandestini. Episodi, quelli degli interventi transfrontalieri, di cui ormai ci stiamo abituando e che coinvolgono operatori di Polizia sia italiani che sloveni. Interventi che possono mettere a rischio l’incolumità dei colleghi e mettere in pericolo quella dei cittadini. Per questo motivo il SAP da tempo chiede “tutela” per i poliziotti, sotto il profilo delle “garanzie funzionali”. Venga messo in chiaro quindi, quello che si può e quello che non si deve fare in queste situazioni. Perché seppur vero che le norme di carattere generale in materia di accordi bilateri italo-sloveni sono abbastanza buone, è da tempo il SAP chiede che venga stilato un protocollo operativo che chiarisca in modo definitivo ed inequivocabile le modalità d’intervento. Un’esigenza questa dettata dagli ormai numerosi interventi e rintracci di clandestini che fanno ingresso sul territorio nazionale provenendo dall'attivissima “Rotta Balcanica”".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Nuova ordinanza Fvg: confermato blocco fino a Pasquetta e obbligo di mascherine e guanti nei supermercati

  • Torna a salire il numero dei positivi in Fvg: 92 contagiati, Trieste la più colpita

  • Fermato fuori casa ma doveva essere in quarantena perché positivo: denunciato

  • Coronavirus: arriva la mappa dei contagi in FVG, interattiva e suddivisa per comuni

  • Coronavirus, in Fvg cala il numero dei contagiati e cresce quello dei guariti

Torna su
TriestePrima è in caricamento