Lavoro, Panariti: «Mobilità in deroga per area crisi industriale complessa di Trieste»

Sarà possibile concedere la prestazione per massimo 12 mesi ai lavoratori che possiedono alcuni requisiti

Foto di repertorio

Il Tavolo regionale di concertazione, costituito dalle parti sociali del Friuli Venezia Giulia, ha siglato l'accordo sulla concessione della mobilità in deroga a favore dei lavoratori dell'area di crisi industriale complessa di Trieste. A darne notizia è l'assessore regionale al Lavoro Loredana Panariti al termine dell'incontro svoltosi oggi nel capoluogo giuliano.

L'intesa prevede la possibilità di concedere il trattamento di mobilità in deroga - per un periodo massimo di 12 mesi, con decorrenza ricompresa fra il 2 gennaio 2017 e il 31 dicembre 2017, e senza soluzione di continuità con un precedente trattamento di mobilità ordinaria o in deroga - ai lavoratori che possiedono, contemporaneamente, alcuni requisiti.  Tra questi figurano la condizione di disoccupazione alla data di presentazione della domanda di trattamento di mobilità in deroga, la perdita della propria occupazione in un'azienda situata nell'area di crisi industriale complessa di Trieste ed il fatto di aver esaurito, tra l'1 gennaio 2017 e il 30 dicembre 2017, il percepimento del trattamento di mobilità ordinaria o in deroga.

A ciò si aggiunge la mancata maturazione, alla data di presentazione della domanda, dei requisiti per la pensione anticipata o di vecchiaia ed infine l'iscrizione e partecipazione ai percorsi di politica attiva del lavoro. La domanda deve essere inoltrata all'Inps provinciale, anche tramite i Patronati, esclusivamente per via telematica. Ciò andrà fatto entro il 31 gennaio 2018, se la cessazione dal precedente trattamento di mobilità ordinaria o in deroga è ricompresa fra l'1 gennaio 2017 e la data di pubblicazione dell'intesa odierna sul sito istituzionale dell'Amministrazione regionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La richiesta dovrà essere inviata invece entro il 30 marzo 2018, se la cessazione dal precedente trattamento di mobilità ordinaria o in deroga è ricompresa fra il giorno successivo alla data pubblicazione dell'intesa odierna sul sito istituzionale dell'Amministrazione regionale e il 30 dicembre 2017. Nel corso della riunione del Tavolo, l'assessore Panariti ha evidenziato la necessità che le parti sociali, e in particolare le organizzazioni sindacali dei lavoratori, collaborino con le istituzioni affinché l'informazione in merito al nuovo intervento di mobilità in deroga raggiunga tutti i potenziali beneficiari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Torna a salire il numero dei positivi in Fvg: 92 contagiati, Trieste la più colpita

  • Fermato fuori casa ma doveva essere in quarantena perché positivo: denunciato

  • Coronavirus: arriva la mappa dei contagi in FVG, interattiva e suddivisa per comuni

  • Coronavirus in Fvg: rallentano i contagi e i decessi, guarite 102 persone

  • Coronavirus: anche a Trieste arrivano le mascherine, saranno distribuite da lunedì

Torna su
TriestePrima è in caricamento