Emergenza terrorismo, Lega Nord: «Sinistra ha preferito invasione incontrollata, ora basta!»

Il candidato sindaco e segretario della Lega Nord Trieste Pierpaolo Roberti reagisce chiamando direttamente in causa il primo cittadino alla notizia di un'intensificazione dei controlli in chiave antiterroristica a Trieste

«Nelle parole della Lega non c'è razzismo, ma in quelle del sindaco uscente c'è invece tanta malafede». Il candidato sindaco e segretario della Lega Nord Trieste Pierpaolo Roberti reagisce chiamando direttamente in causa il primo cittadino alla notizia di un'intensificazione dei controlli in chiave antiterroristica a Trieste.

«Per lunghissimi mesi la Lega e le forze dell'ordine hanno costantemente tentato di richiamare l'attenzione delle istituzioni sui gravi rischi connessi all'immigrazione incontrollata, salvo purtroppo trovarsi di fronte a un muro di gomma».

«Oggi invece ci viene raccontato che è necessario innalzare i livelli di guardia, con particolare riferimento al Porto e alla Siot, e che ben 30 persone risultano attenzionate: ma come - si interroga polemicamente Roberti -, se il sindaco uscente e il Partito Democratico hanno sempre negato l'esistenza del problema e non hanno fatto altro che tacciarci di razzismo? Hanno forse cambiato idea?».Roberti

«La verità è purtroppo ben diversa: la sinistra, anziché prestare ascolto alle giuste lamentele dei cittadini onesti, ha semplicemente preferito consentire l'invasione a esclusivo vantaggio di associazioni e cooperative spesso politicamente vicine».

«Trieste non merita un simile trattamento e il compito di chi avrà l'onere e l'onore di succedere a questa scellerata amministrazione comunale sarà quello di ripristinare l'ordine, con l'auspicio che nei prossimi dieci mesi non si passi dalle risse tra bande ad attentati di matrice islamica».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

  • Minorenne picchiato da un 'ambulante': il racconto della vittima

Torna su
TriestePrima è in caricamento