Mafia e criminalità, M5S: «Mai discussa la nostra proposta di legge»

I portavoce del Movimento 5 Stelle in Consiglio regionale a sostegno del senatore Russo contro la mafia e la criminalità organizzata: «Depositata una proposta di legge in materia di prevenzione e contrasto di infiltrazioni mafiose che non è stata ancora calendarizzata. Già attiva anche una piattaforma di segnalazione illeciti sul nostro sito web»

«Per una volta, come Gruppo del MoVimento 5 Stelle in Consiglio regionale, ci sentiamo di accogliere la proposta del senatore Russo di gareggiare insieme per combattere le infiltrazioni mafiose. La nostra speranza, sincera, però, è che questo invito alla gara venga rivolto anche ai consiglieri regionali, in primis, del Partito democratico, come di tutte le altre forze politiche. Da due mesi infatti noi portavoce M5S in Consiglio regionale abbiamo depositato una proposta di legge in materia di prevenzione e contrasto dei fenomeni di criminalità organizzata e di stampo mafioso, che purtroppo non è stata ancora calendarizzata e non si sa neppure se sarà mai discussa». I portavoce del MoVimento 5 Stelle in Consiglio regionale hanno deciso di rispondere così alla lettera inviata dal senatore Russo ai portavoce pentastellati.

«La nostra proposta di legge è composta da 15 articoli» spiegano i portavoce del M5S. «Sono previste azioni di prevenzione per diffondere la conoscenza di questi fenomeni tra i giovani e le categorie maggiormente coinvolte dal rischio di infiltrazione, con particolare riferimento alla lotta contro l'usura, l'estorsione, l'ecomafia e la corruzione. Ma le novità più importanti consistono nell'istituzione dell'Osservatorio regionale antimafia, nell'obbligo della Regione di costituirsi parte civile nei processi che vedono coinvolti amministratori e dipendenti regionali, nell'istituzione di borse di studio su questi temi, nella sottoscrizione di un Codice etico da parte dei consiglieri regionali e, infine, nell'assistenza agli enti locali destinatari dei beni confiscati al crimine organizzato, per agevolare il loro proficuo riutilizzo a fini sociali».

«Infine - aggiungono - da tempo abbiamo già attivato una piattaforma di segnalazione illeciti sul nostro sito web, movimento5stellefvg.it, molto utilizzata dai cittadini del Friuli Venezia Giulia». «Ora ci aspettiamo che i consiglieri regionali del Pd, sollecitati anche dal senatore Russo, agiscano con decisione affinché la nostra proposta di legge venga calendarizzata e approvata quanto prima. Ecco un modo concreto - concludono - per combattere anche nel Friuli Venezia Giulia, le infiltrazioni mafiose e la malavita organizzata che, a detta della Direzione nazionale antimafia, stanno toccando livelli di oggettivo allarme".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • Topi, muffa e sporcizia in un bar di via Carducci: sequestrati gli alimenti

  • In carcere 18enne per l'accoltellamento di scala dei Giganti, parte della gang del "Kalashnikov"

  • Gang del "Kalashnikov", la Polizia Locale incastra "Kappa"

  • Incidente sulla curva Faccanoni: un ferito

  • Giovanni Gargiulo è Mister Trieste 2019

Torna su
TriestePrima è in caricamento