Manovra, Rosato: "Rifinanziare associazioni Esuli e Giorno del Ricordo"

"Nel disegno di legge di Stabilità mancano risorse per comunità degli Esuli, quelle per la minoranza italiana in Slovenia e Croazia, e al minimo quelle per il Giorno del Ricordo"

Foto di repertorio

“Nel disegno di legge di Stabilità arrivato alla Camera mancano le risorse per la nostra comunità degli Esuli, quelle per la minoranza italiana in Slovenia e Croazia, e sono ridotte al minimo quelle per il Giorno del Ricordo. Il Pd chiede che in Parlamento si rimedia a questa stupefacente dimenticanza”. Lo afferma il vicepresidente della Camera Ettore Rosato (Pd), illustrando l'emendamento alla legge di Stabilità depositato, assieme ai colleghi Debora Serracchiani, Lia Quartapelle e Piero Fassino, per rifinanziare “misure coerenti con gli obblighi della Repubblica verso gli Esuli istrodalmati e i connazionali rimasti nelle terre ora in Slovenia e Croazia dopo il secondo conflitto mondiale. Intendiamo inoltre assicurare un adeguato contributo all'IRCI e alla Società di studi fiumani di Roma”. 

Allarme dalle associazioni

“All'indomani dell'allarme lanciato dalle associazioni – spiega Rosato - tanti parlamentari di maggioranza si sono impegnati a favorire l'approvazione di emendamenti che ripristinassero i finanziamenti. Questo è il momento per trasformare le dichiarazioni di principio in fatti concreti, e che quindi ci sia un corale sostegno alle nostre proposte, che sono in linea con quanto abbiamo fatto negli anni precedenti”. 

“Vorremmo finisse una volta per tutte la strumentalizzazione ideologica – aggiunge Rosato - sulla pelle di chi ha patito l'Esodo e le Foibe e di chi, portatore di lingua e cultura italiana, vive sull'altra sponda dell'Adriatico. Diamoci il compito di non far venir meno dal 2019 il sostegno dell'Italia a queste associazioni e – conclude - alle nostre comunità d'oltre confine”. 

Il Governo taglia i fondi agli esuli istriani, Fratelli d'Italia: "Vogliamo rispetto della storia"

Il testo dell'emendamento 

Art. 46-bis.  
(Rifinanziamento iniziative per la conservazione della Memoria e per le attività culturali delle minoranze italiane in Slovenia e Croazia) 

1. Per la prosecuzione degli interventi di cui alla legge 16 marzo 2001, n. 72 è autorizzata la spesa di 2,3 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2019. Per la prosecuzione degli interventi di cui alla legge 21 marzo 2001, n. 73, è autorizzata la spesa di 3,5 milioni di euro annui, a decorrere dall'anno 2019.  

2. Al fine di assicurare piena attuazione alla legge 13 aprile 2004, n. 92, il contributo a favore dell'Istituto regionale per la cultura istriano-fiumano-dalmata (IRCI) e il contributo a favore della Società di studi fiumani sono incrementati di 100.000 euro per ciascuno degli enti, a decorrere dall'anno 2019. 

Conseguentemente all'articolo 90, sostituire il comma 2 con il seguente:  
2. Il Fondo di cui all'articolo 1, comma 200, della legge 23 dicembre 2014, n. 190, è incrementato di 244 milioni di euro per l'anno 2019 e di 394 milioni di euro a decorrere dall'anno 2022.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    La Barcolana presenta l'edizione 2019 e fissa il "tetto" delle 2700 barche

  • Politica

    "Torna nel meridione!" consigliere leghista contro esponente dem in V circoscrizione

  • Cronaca

    Tamponamento in A4: un ferito

  • Incidenti stradali

    Ennesimo incidente in ex GVT: traffico in tilt

I più letti della settimana

  • Shock sulla 20, presunta aggressione a ragazza di 17 anni

  • Auto perde il controllo e si cappotta sul Raccordo Autostradale (VIDEO)

  • Vivono in 35 metri quadri dopo aver perso tutto, la storia di una famiglia a Opicina

  • Sequestra una donna al settimo mese di gravidanza: arrestato

  • Elezioni comunali 2019, come si vota: la guida completa

  • La rivista Limes accende il dibattito sul "caso" Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento