Medicanti,lo sfogo sui social dell'ex sindaco Cosolini: «Le cose utili ci sono già, le novità sono propaganda»

L'ex sindaco Cosolini si sfoga sui social esprimendo la sua opinione sul nuovo regolamento della Giunta comunale

L'ex sindaco Roberto Cosolini ha sollevato sui suoi social alcune problematiche derivanti dal Regolamento proposto dalla Giunta comunale elencando quattro punti su cui vuole farci riflettere.

Il primo punto parla delle sanzioni: «sanzioni per chi imbratta, chi orina, chi molesta, chi fa defecare i cani, chi butta mozziconi per terra, abbandona rifiuti ingombranti e così via: esistono già, mediamente adeguate alle infrazioni. La risposta alle giuste aspettative di decoro non sta nell'aumentarle in modo fin spropositato ma semmai in una maggior intensità di presenza, controllo e sanzionamento.Quindi su molti comportamenti contro il decoro, che giustamente vanno perseguiti, gli strumenti esistono e vanno applicati, non servono grandi cambiamenti»

Nel secondo punto specifica che: «Compito delle istituzioni è combattere la povertà, non i poveri: lo tengano a mente gli amministratori della città» E ricorda che è necessario trovare delle soluzioni: «Ad esempio il progetto per i senzatetto ( non richiedenti asilo tra l'altro) da noi avviato grazie anche ad uno stanziamento della Fondazione CRT viene concluso dall'attuale Amministrazione? Perchè non se ne sa più nulla?» Continuando poi a sottolineare l'inutilità di multare chi chiede o da l'elemosina: «È odioso! Premesso che ci sarà da ridere in caso a vedere il Regolamento affondato dai ricorsi di chi ha dato 1 euro a un povero, è accanimento oltre che inutile multare chi chiede l'elemosina: non si colpirà il racket, si colpiranno e umilieranno persone bisognose»

Nel terzo punto parla deI divieto di sedersi per terra: colpirà le persone sbagliate come i ragazzi che chiacchierano, suonano la chitarra, turisti abituati a sedersi o a stendersi nei parchi.

Infine sottolinea la necessità di intensificare la presenza della polizia locale per poter raggiungere l'obeittivo, data la sua riduzione del 20% negli ultimi 15 anni: o il vice-sindaco farà fare 2/300 assunzioni ( ecco le prime misure su lavoro) nella polizia locale oppure agli annunci non seguiranno i fatti, a meno che per multare un po' di elemosine o di giovani seduti per terra non dobbiamo subire una città definitivamente preda delle auto in seconda e terza fila oppure parcheggiate sui marciapiedi, a discapito del decoro»

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • MSC Crociere e Fincantieri svelano la nave più grande mai costruita in Italia

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Scomparso in Istria un triestino di 58 anni

  • Schianto tra moto e scooter in via Fabio Severo: tre feriti a Cattinara

  • "Estetique B&B" apre in via San Nicolò, la seconda sfida dei 23enni Kevin e Matteo

  • Bmw sbanda e finisce fuori strada, bimba di nove mesi portata al Burlo

Torna su
TriestePrima è in caricamento