Accoglienza, Ics: «Nei prossimi mesi report sulla ricaduta locale»

«Pronti a difenderci anche in sede legale dalle affermazioni del consigliere Bertoli»

Gianfranco Schiavone

«In riferimento alle dichiarazioni del consigliere comunale Everest Bertoli, pubblicate sul suo profilo facebook e riguardanti la nostra associazione, si precisa quanto segue». Così la replica di Ics - Ufficio Rifugiati Onlus a Bertoli.
«Colpisce innanzitutto la tempistica delle esternazioni, a meno di dieci giorni dal voto, che evidenzia la loro natura strettamente propagandistica. La commissione consigliare sui migranti è stata un gigantesco fallimento poiché, pur essendo orientata a volere a tutti i costi trovare elementi per screditare il sistema triestino dell'accoglienza, non è approdata a nulla di rilevante. Ma chi l'ha presieduta non ha avuto il rigore intellettuale di ammetterlo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Non a caso - continua l'associazione - quanto viene affermato da Bertoli rappresenta un coacervo di affermazioni confuse, dove si mescolano con disinvoltura supposte problematiche di gestione, mancata comprensione delle norme nazionali e internazionali sull'accoglienza (come nel caso delle spese sanitarie) e dati volutamente parziali (come nel caso del numero di rifugiati riconosciuti, dove non si menziona l'alto numero di forme di protezione sussidiaria e umanitaria ottenute dai richiedenti asilo)».
«ICS valuterà ogni iniziativa opportuna, anche in sede giudiziaria, a tutelare il proprio operato, da iniziative di tipo diffamatorio. Si anticipa infine - conclude - che ICS, insieme agli altri enti che gestiscono l'accoglienza a Trieste, presenterà nei prossimi mesi un dettagliato report statistico qualiquantitativo, con dati di grande interesse sul funzionamento dell'accoglienza diffusa e sulle sue positive ricadute nella comunità locale, nonché sui percorsi di integrazione sociale delle persone accolte».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intimano l'alt e gli puntano il fucile contro: la gita in bosco si trasforma in un incubo

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: la console croata chiarisce la posizione del Paese

  • Blocco unilaterale dei confini, Fedriga chiede l'intervento del Governo

  • Non solo transfrontalieri: chi può entrare in Slovenia dal 26 maggio

  • Un aiuto per pagare l'affitto: al via il bando del Comune

  • Fucile contro un giovane italiano, Serracchiani a Di Maio: "Chiarisca l'episodio con Lubiana"

Torna su
TriestePrima è in caricamento