Migranti, Serracchiani: «Necessario porre un argine ad un flusso incontrollato»

Le parole della presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, a margine di un incontro sull'Europa con gli studenti di un Istituto tecnico

È assolutamente necessario porre un argine a un flusso incontrollato di migranti che pesa sulle città della nostra regione. Naturalmente nel rispetto delle leggi e dei diritti ma va fatto".

Lo ha affermato oggi a Udine la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, a margine di un incontro sull'Europa con gli studenti di un Istituto tecnico.

Per Serracchiani «gli appelli di alcuni sindaci non vanno sottovalutati, sia quando lanciano un allarme per l'eccessiva pressione cui sono sottoposti i loro comuni, sia quando chiedono che si applichi un principio di solidarietà da parte di tutti i comuni del territorio, in modo da realizzare un'accoglienza realmente diffusa».

«Al contempo - ha evidenziato la presidente della Regione - tutti i sindaci sanno di poter utilizzare i progetti regionali per attivare i profughi a favore delle comunità».

«La Regione continua a informare regolarmente il ministero dell'Interno - ha aggiunto la presidente - e a chiedere attenzione verso il Friuli Venezia Giulia: siamo un territorio esposto su due confini di terra attraverso i quali si muovono flussi di profughi che - ha concluso - devono essere controllati».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Test Invalsi obbligatori per superiori e medie, ecco le date e i contenuti delle prove

  • Fondo milanese si "disfa" delle sue proprietà, venduti 1300 metri quadrati alle Torri

  • ​Impermeabilizzazioni edili, come rendere il terrazzo sicuro e resistente senza spendere troppo

  • Chiude il "Caffè dei libri": il tribunale dichiara il fallimento

  • “Era il ‘Bronx’, oggi è un gioiello” l'evoluzione di borgo San Sergio per i residenti (FOTO)

  • Cade in acqua con la gamba fratturata: salvato "per miracolo" in porto

Torna su
TriestePrima è in caricamento