Ministro dell'Istruzione Profumo Ieri in Regione: " Partire dalla Riforma Gelmini e Oliare il Sistema"

In Regione ieri anche il Ministro dell'Istruzione Francesco Profumo ecco alcune dichiarazioni: ''Si parte della riforma Gelmini, perche' con un governo che ha questi tempi, si puo' solo pensare di oliare il sistema''. ''Uno degli elementi della...

In Regione ieri anche il Ministro dell'Istruzione Francesco Profumo ecco alcune dichiarazioni:

''Si parte della riforma Gelmini, perche' con un governo che ha questi tempi, si puo' solo pensare di oliare il sistema''.
''Uno degli elementi della riforma su cui si potra' agire per migliorare e' il raccordo specie negli istituti tecnico-professionali tra la parte teorica e la parte di laboratorio. Credo sia necessario ritornare a un maggiore investimento nelle ore di laboratorio.
Inoltre gli studenti devono lavorare su sistemi e apparecchiature moderne''.
''Sarebbe interessante una valutazione da parte delle aziende del ritorno di investimento, per verificare se le persone che vengono assunte dalle imprese hanno una migliore interazione tra mondo della scuola e mondo del lavoro''.
''Un altro elemento importante e' rappresentato dai tirocini e dall'orientamento, che deve essere anticipato rispetto all'attuale''
''Sono tre le fonti dell'orientamento e cioe' la scuola in cui si andra', l'esperienza degli altri studenti e il mondo del lavoro. L'orientamento va calibrato con l'accelerazione delle trasformazioni nella realta' di oggi''.
''Credo che il Paese debba fare un grande investimento nella formazione tecnico professionale, sia a livello di scuola superiore, sia a livello di percorsi post diploma''.
''Rispetto ad altri Paesi europei con cui ci confrontiamo in termini competitivi come la Germania siamo molto in ritardo sia dal punto di vista dei numeri, perche' abbiamo un eccesso di studenti che seguono un percorso liceale, sia in termini di sistema di relazioni tra scuola e realta' socio-economica''.
''E' indispensabile fare un progetto complessivo sulla formazione tecnico-professionale che coinvolga anche le aziende e i sindacati.
La connessione tra scuola e aziendava migliorata con un lavoro sul dettaglio''.
''Su maxi concorso per l'assunzione di insegnanti si sta facendo una valutazione di che cosa abbia comportato in termini di quiescenze e di disponibilita' il nuovo regolamento del governo sulle pensioni''.
''Stiamo facendo una valutazione in modo attento sulle diverse classi di concorso e questa sara' la base per poter procedere''.
''I dati saranno pronti entro un paio di mesi''.

La vista ha toccato anche l'Area di ricerca e riguardo al rapporto innovazione e ricerca si è espresso così:

''Solo accelerando i processi di ricerca e innovazione possiamo creare un'industria italiana piu' capace di competere.Il ruolo di Area in questo e' fondamentale.
Una persona con l'esperienza del professor De Maio (nuovo presidente dell'Area - ndr) credo sia quella giusta per favorire una stretta connessione con il territorio e piu' in generale con il Paese''.



In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento