ATER, Nicoli (FI): "A Trieste 17% di alloggi sfitti e 36% di morosità"

Preoccupa anche la situazione di Gorizia. "Forza Italia accoglie con favore il ddl che approderà in Aula. Ridiamo all'Ater, la cui azione deve necessariamente guardare alle specificità del territorio e dei suoi aspetti sociali, una guida politica"

"Preoccupano le situazioni di Trieste: circa il 17 per cento di alloggi ATER sfitti e il 36 per cento di morosità, e di Gorizia (circa il 15 per cento di alloggi sfitti e il 27 per cento di morosità).", lo dichiara il presidente del gruppo consiliare regionale di Forza Italia, Giuseppe Nicoli, che ha partecipato alla seduta della IV Commissione consiliare e all'audizione dove è stato preso in esame il ddl 56, che intende riformare il settore delle Aziende territoriali per l'edilizia residenziale (Ater) e approderà lunedì all'esame del Consiglio regionale.

Il ddl 56

"Il ddl 56 - spiega il consigliere - introdurrà una modifica all'assetto delle Ater che cercherà di rispondere a quanto emerge in maniera inequivocabile su alcuni aspetti che ora non trovano risposta, ovvero i preoccupanti livelli di alloggi sfitti (per mancanza di requisiti per l'agibilità) e di morosità, che si riscontrano soprattutto nei territori di Trieste e Gorizia. Ridare una guida politica alle Ater, con i consigli di amministrazione, darà alle aziende territoriali il polso sulle necessità delle comunità, della manutenzione degli alloggi e dei disagi che la mancanza di quest'ultima comporta".

La Regione stanzia 5 milioni di euro per l'Ater a Trieste

"Ridiamo all'ATER una guida politica"

"Forza Italia accoglie con favore il ddl che approderà in Aula - continua Nicoli -. Ridiamo all'Ater, la cui azione deve necessariamente guardare alle specificità del territorio e dei suoi aspetti sociali, una guida politica. La scelta che ha portato alla situazione attuale era incentrata sui direttori, figure che sì hanno profonde conoscenze giuridico-amministrative, ma minore contatto con le comunità e le sue specificità, che invece sono proprie della politica. Oltre ai quattro cda, uno per Ater (Gorizia, Pordenone, Udine e Trieste), è importante la previsione che nelle commissioni per l'accertamento dei requisiti soggettivi per l'assegnazione degli alloggi, saranno presenti anche i sindaci".

Le altre ATER

Nicoli ha messo in evidenza alcuni dati che riguardano le cinque attuali Ater. Al di là della situazione di Trieste e Gorizia, Pordenone è il territorio più virtuoso con circa il 6 per cento di alloggi sfitti e circa il 6 per cento di morosità, in quello di Udine risultano il 7 per cento di alloggi sfitti e una morosità del 14 per cento, l'Alto Friuli il 7 per cento di unità sfitte e il 10

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque metodi naturali per un piano cottura brillante

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Nudo e ubriaco prende il sole al Cedas davanti a tutti

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Muore a 38 anni dopo una caduta con la moto, Dolina piange Devan Santi

Torna su
TriestePrima è in caricamento