Nue112, Fsi-Usae: «Call center è fallimento di una politica ottusa»

Dall'incontro a Roma organizzato da Laura Stabile è emersa la necessità di «modificare in tempi brevi l'organizzazione, per evitare altri disagi e disservizi»

Si sono conclusi a Roma nella prestigiosa sala degli atti parlamentari del Senato, i lavori del convegno/dibattito organizzato dalla senatrice Laura Stabile, dall' onorevole Polverini e dal gruppo di Forza Italia sul tema del NUE112 ed al quale la segreteria territoriale FSI-USAE di Trieste ha partecipato attivamente con i suoi dirigenti Modica Matteo e Enrico Viezzoli.

Dall' incontro è emersa la necessità di «modificare in tempi brevi l'organizzazione del NUE112 - spiegano Modica e Viezzoli - perchè allo stato attuale non è in grado di soddisfare i bisogni e  le reali necessità dei cittadini provocando invece disagi e disservizi. Quanto emerso durante i lavori, ci conferma purtroppo che le nostre azioni di lotta nel corso degli anni non erano strumentalizzazioni fini a se stesse, come qualcuno semplicisticamente cercava di delegittimarci, ma piuttosto osservazioni concrete che ora dimostrano come avevamo ragione». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Il call center NUE112 è un fallimento di una politica ottusa che non ha voluto ascoltare le parti sociali ed i professionisti, attaccandoli piuttosto che recependone le osservazioni - continuano Modica e Viezzoli nella nota -  e nel corso dell'  intervento alla biblioteca del  Senato abbiamo chiesto che  si ponga in essere ogni azione utile a riavvicinare il sistema di soccorso ai cittadini e che si superino le evidenti criticità, adoperandosi per valorizzare tutte le componenti professionistiche del soccorso, investendo in infrastrutture e tecnologie e personale qualificato. Perchè è fondamentale che il servizio di emergenza garantisca l'immediatezza e l'efficacia del soccorso e provvederemo ad avviare un confronto con l'Assessore Riccardi anche per quanto concerne la struttura del 118 regionale», concludono i due sindacalisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto, chi paga e chi no: le informazioni sulle esenzioni

  • Il virus in Croazia preoccupa Lubiana, al vaglio l'ipotesi di toglierla dalla lista dei paesi sicuri

  • Come ottenere la carta d'identità elettronica a Trieste

  • Fvg circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Scomparsa una bambina di sei anni in Carso: ricerche in corso

  • Tutti i nuovi contagi sono fuori Trieste, nessun decesso in Fvg

Torna su
TriestePrima è in caricamento