Migranti, Piccin (FI): «La burocrizia impedisce di impiegarli in lavori utili»

«100 mila euro per corsi e per giocare a calcio mentre fargli tagliare l'erba sarebbe gratis»

«Non è ammissibile che la burocrazia impedisca di poter impiegare gli immigrati in attività utili per la collettività».
Questo il commento di Mara Piccin, consigliera regionale di Forza Italia, alla notizia che a San Vito decine di richiedenti asilo non potevano svolgere mansioni a beneficio della comunità per problematiche inerenti i tutor.

«In occasione di approvazione della legge di assestamento di bilancio - continua la consigliera forzista - la Giunta Serracchiani ha accolto un ordine del giorno, presentato da Forza Italia, che la impegnava ad agevolare l'utilizzo dei richiedenti asilo nello sfalcio delle erbacce che invadono i cigli delle strade ex provinciali. L'Esecutivo regionale dovrà muoversi al più presto o l'impegno rischia di rimanere lettera morta».

«In assestamento di bilancio - conclude la Piccin - la Giunta regionale ha impegnato 100mila euro per far giocare a calcio i richiedenti protezione internazionale e per far fare loro corsi di insegnamento dei mestieri. Fargli tagliare l'erba sarebbe gratis e magari quelle risorse sarebbero potute andare a beneficio dei disoccupati regionali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non trovo personale che venga a lavorare", anche a Trieste imprenditori in crisi

  • Rive, scampata tragedia nella notte: finisce in mare con la 500 e si salva da sola

  • Rivalutazione pensioni 2020, al via l'aumento degli importi

  • Far west in strada per Opicina, fugge all'alcoltest e aggredisce un carabiniere: arrestato

  • Colpisce due auto e si cappotta: un ferito a Cattinara

  • Ridotto sul lastrico dopo la separazione: sempre più padri "rovinati" dagli alimenti

Torna su
TriestePrima è in caricamento