Porto, PD Provincia: «Ottimo lavoro del Commissario d'Agostino, dati incoraggianti di ripresa»

Lo rileva in una nota Salvatore Dore, Vice Capogruppo in consiglio provinciale del Partito Democratico: «Il Gruppo del Partito Democratico della Provincia di Trieste esprime piena soddisfazione per quanto riferito dal Commissario dell’Autorità Portuale di Trieste Zeno D’Agostino durante l’audizione»

«Il Gruppo del Partito Democratico della Provincia di Trieste esprime piena soddisfazione per quanto riferito dal Commissario dell’Autorità Portuale di Trieste Zeno D’Agostino durante l’audizione che si è tenuta giovedì 22/10».

Lo rileva in una nota Salvatore Dore,Vice Capogruppo in consiglio provinciale del Partito Democratico.

«In particolare - continua la nota - va ringraziato per aver accettato l’invito consapevoli che con il precedente Presidente incontri come questo non sono mai stati possibili.  I Democratici considerando il Porto di Trieste è uno dei pilastri dell’economia della città e della sua provincia nonché porto del Friuli Venezia Giulia tutto, condividono e sostengono la visione del commissario che riconosce nello scalo un’entità strettamente collegata al territorio e che per quel territorio deve creare ricchezza. Ricchezza che deve portare nuova occupazione e mettere in sicurezza i posti di lavoro dei precari che nel porto già vi lavorano».

«Grande soddisfazione - continua -  viene espressa per la collaborazione che l’Autorità Portuale ha messo in campo con il Comune per la sdemanializzazione del Porto Vecchio avvenuta a seguito dell’emendamento Russo ed il conseguente riordino, lo vediamo proprio in questi giorni, dei Punti Franchi. Perché restituire alla città quell’area oramai da tempo condannata all’abbandono è il grimaldello per attrarre nuovi investimenti e prima di altri luoghi d’Italia rimettere in moto un’economia che da tempo sta penalizzando soprattutto le giovani generazioni».

«Passando - spiega Dore -  alla parte che riguarda direttamente le attività portuali basta vedere le  statistiche per capire che il trend è positivo e che il Porto è in buona salute e che tutte le strategie di promozione funzionano e sono a tutto campo,  e che probabilmente potrà continuare a crescere anche grazie allo sblocco del piano regolatore che dovrebbe pertanto insieme ad un’azione coordinata di tutti gli enti locali aver scongiurato la costruzione del famigerato Rigassificatore di Zaule,  visto che in quelle aree sono previste ben altre attività».

«Viene infine sottolineato - conclude - quanto siano preziosi gli investimenti sull’intermodalità quindi sul combinato nave – treno per aumentare la redditività dello scalo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento