Il prefetto Porzio si congeda: "Lascio una città trasformata"

“Forse la situazione che sta vivendo Trieste è unica in Italia. Mi piacerebbe portare il suo sindaco a Roma”. Dipiazza: "Grazie per questi tre anni meravigliosi, abbiamo sempre collaborato senza mai scontrarci”

“Grazie per questi tre anni meravigliosi, in cui abbiamo sempre collaborato proficuamente senza mai scontrarci” queste le parole del sindaco Dipiazza al prefetto uscente Annapaola Porzio, che è stata salutata dalle rappresentanze del Comune nel Salotto Azzurro del municipio oggi, mercoledì 30 gennaio. La dottoressa Porzio assumerà ora l'incarico di Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura. “Sarà una bella sfida, - ha dichiarato - più difficile dell'incarico che lascio e sarà ben diverso dall'essere su un territorio. Sarò su più territori perché dovrò girare molto l'Italia. Tornerò a Roma, dove sono nata, ma lascio malvolentieri questa città. Che ho amato molto”. Le subentrerà il dottor Valerio Valenti, dal 2017 prefetto della provincia di Brindisi.

Valerio Valenti è il nuovo prefetto di Trieste

Matera e Trieste

Il sindaco e il prefetto si sono intrattenuti in una cordiale conversazione, in cui è stato fatto un parallelismo tra Trieste e Matera “città prima sconosciuta – hanno concordato i due - ma dopo essere stata scenario del film The Passion e con la nomina a capitale della cultura ha visto esplodere la sua fama. Con Esof 2020, a Trieste succederà lo stesso. Già negli ultimi anni lo sviluppo turistico è stato impressionante”. Dipiazza ha inoltre ricordato il lavoro di sinergia tra Prefettura e Municipio, che ha portato all'accordo sui tir a Basovizza e Kozina.

"Lascio una città cambiata"

“Lascio una città cambiata – ha dichiarato Porzio -, cresciuta, se possibile più aperta. È stata un'esperienza emozionante, ho tentato di compenetrarmi con le situazioni che ho trovato e alcune cose purtroppo le lascerò incompiute. Vado via comunque nella convinzione di aver fatto ciò che potevo. Mi sarebbe piaciuto vedere tanti altri progetti conclusi ma li vedrò lo stesso, da spettatore”.

È stata citata anche la recente approvazione della delibera sul Porto Vecchio, e a questo proposito il prefetto ha sostenuto che “Forse la situazione che sta vivendo Trieste è unica in Italia. Mi piacerebbe portare il suo sindaco a Roma”.

"Sette giorni in rosa", il prefetto Porzio: "Trieste allineata a un percorso di difesa della donna" 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • „Mi piacerebbe portare il suo sindaco a Roma” Car sharing o autostop?

  • questa non ci voleva ...

  • Una citta' cambiata. Con piu' extracomunitari.

    • e la rumentiera ?

  • E speriamo che si porti via anche il maritino "colluso" con le coop degli accoglioni...

  • Stanotte no dormirò, che brutta notizia :(

  • Siamo distrutti .....

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Donna investita tra via Carducci e passo Pecorari (FOTO)

  • Cronaca

    Addio a Don Giuseppe Markuža, parroco di Sgonico

  • Cronaca

    Morde un dito e sputa in faccia alla guardia giurata: denunciato

  • Cronaca

    Danneggia un cippo di pietra e scappa: la Polizia Locale lo rintraccia

I più letti della settimana

  • Scomparso in val Rosandra, ritrovato il corpo senza vita

  • "Pensione lager" per cani: Trieste su Striscia la Notizia

  • Distrutti in porto 2500 ricambi Hyunday e Kia

  • Film Hollywoodiano a Trieste: tutti i provvedimenti di viabilità

  • Esplosione in via San Marco, persona all'ospedale

  • "Voglio assumere ma nessuno è disposto a lavorare", lo sfogo di un'imprenditrice

Torna su
TriestePrima è in caricamento