Regeni: il Comune scende in piazza. La Regione si tinge di giallo

Previsto anche il banner #veritàpergiulioregeni sul sito del Comune. Lega e FdI non votano la mozione di Martini. Tuiach: «Troppe strumentalizzazioni dalla sinistra»

Approvata ieri in consiglio comunale una mozione, presentata dalla consigliera Fabiana Martini (Pd), per commemorare la morte di Giulio Regeni in occasione dell'anniversario della sua tragica scomparsa. La mozione impegnerà l'amministrazione comunale a posizionare sulla homepage della rete civica il banner #veritàpergiulioregeni e a partecipare, in sostegno alla famiglia di Giulio e in rappresentanza della città intera, alla manifestazione di Amnesty International alle 18.30 di mercoledì 25 gennaio in piazza Unità.

Il consiglio ha approvato la mozione, tuttavia i gruppi di maggioranza Lega Nord e Fratelli d'Italia si sono astenuti dal voto. Il consigliere Salvatore Porro (FdI) motiva così la decisione: «La perdita di un giovane addolora me per primo, ma faccio notare che il Consiglio, in questa sede, sta distinguendo tra morte di serie A e di di serie B. Personalmente, avrei invitato tutti ad andare in chiesa a pregare per l'anima di Giulio, non a partecipare a una manifestazione inutile».

In nome della Lega è intervenuto Fabio Tuiach: «Questa tragedia ha toccato tutti, io all'età di Giulio ho perso una sorella quindi mi rendo conto che questa storia provochi grande dolore. Ma tutta questa strumentalizzazione da parte della sinistra, la rissa in consiglio comunale con i centri sociali e il pugno al nostro vigile sono cose che non possiamo tollerare. Noi non partecipiamo al voto»

Diplomaticamente Bruno Marini si esprime in rappresentanza di Forza Italia: «Noi votiamo a favore perché questo consiglio comunale e i consensi elettivi non dovrebbero mai dividersi sulla vita e morte delle persone».

La presidente  Debora Serracchiani rende nota la vicinanza della Regione in questa ricorrenza: «Siamo rimasti tutti colpiti dalle immagini che abbiamo visto in queste ultime ore, che aprono un ulteriore inquietante squarcio su una vicenda che continua a sollecitare le coscienze e le istituzioni. Per dare un segnale di vicinanza alla famiglia e per ribadire il sentimento civile della comunità regionale - ha concluso la
presidente - domani il palazzo della Giunta regionale a Trieste sarà illuminato di giallo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento