Regione, Giacomelli ancora incerto: «Ci vorranno 48 ore. Grazie a tutti»

«1200 preferenze non si prendono per caso. Ci vuole una squadra e noi lo siamo stati»

«Ho così tante cose da dire che dovrò dividere il post in capitoli».
«1. La mia elezione non è definitiva!
Il seggio potrebbe andare a Udine, ci vorranno altre 48 ore per sapere. È la legge elettorale bellezza!». Lo afferma Claudio Giacomelli (Fratelli d'Italia) in un post sulla sua pagina Facebook.
2. Fratelli d'Italia Trieste
Il risultato (6,35 in provincia di Trieste!) è stato possibile grazie al lavoro pazzesco dei "commissari" Roberto Bartole e Maurizio DeBlasio aiutati naturalmente da Nicole. E poi i candidati. Persone vere che si sono spese nelle piazze e nelle strade, con impegno, generosità, programmi e idee. Grazie Ragazzi, siete i migliori».

«3. Il mio risultato
Devo ringraziare davvero tantissimi amici che mi hanno aiutato non solo dandomi il voto, ma impegnandosi come fossero candidati loro stessi. Anche di più. Impossibile elencarli tutti. Ma voi sapete chi siete! 1200 preferenze non si prendono per caso. Ci vuole una squadra e noi lo siamo stati. Non so se alla fine sarò eletto oppure no. Quello che so è che abbiamo fatto un lavoro magnifico e questo resterà per sempre. Nessun rimpianto. Nessuna paura. Nessuna resa. Fratelli d'Italia Trieste, - conclude Giacomelli - non un diverso modo di fare politica ma un diverso modo di essere».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Blitz dei Nas in due locali a Campi Elisi, oltre 12 mila euro di multa

  • "Liberata dall'occupazione jugoslava nel '54", Jerry Scotti fa confusione sulla storia di Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento