Regionali, Michelli (FI): «Sport e giovani temi fondamentali per il futuro»

«Per attrarre turisti sono necessari i grandi eventi, sportivi e culturali, che vadano a sommarsi a quelli già esistenti»

«Cosa mi ha spinto a candidarmi? L’amore per la mia città e la necessità di vedere rappresentato in Consiglio regionale il mondo dello sport e dei giovani». Così Alessandro Michelli ha spiegato la sua scelta di mettersi in gioco alle elezioni regionali del 29 aprile. Consulente finanziario di una ‘private bank’, presidente della Fipav Fvg (Federazione italiana pallavolo), Michelli è stato responsabile dei grandi eventi nell’ambito del volley (con l’organizzazione di Campionati mondiali a Trieste) e membro del consiglio di amministrazione dell’Ater giuliano. È candidato nella circoscrizione triestina per Forza Italia, «che ringrazio per avermi dato l’opportunità di candidarmi, io che non sono un professionista della politica, e di portare in dote la mia esperienza a servizio della coalizione guidata da Massimiliano Fedriga, candidato alla presidenza giovane e dinamico che saprà sicuramente dare la giusta attenzione alle problematiche proprio dei giovani».

 Sport e giovani, quindi, i temi che Michelli intende prioritariamente rappresentare, a cominciare dall’annosa questione degli impianti triestini e i relativi problemi per le società sportive. «Abbiamo poche strutture e vetuste – spiega – e ciò spesso costringe le società ad alzare le quote per l’attività, mettendo in difficoltà le famiglie, soprattutto quelle più numerose, già subissate di costi. Non possiamo permettere che i ragazzi abbandonino o non inizino nemmeno a praticare lo sport: ciò comporterebbe un enorme danno sul piano sociale e della salute».

Michelli propone alcuni interventi per affrontare il problema: «Innanzitutto la Regione potrebbe farsi carico di finanziare la costruzione di due impianti polifunzionali da utilizzare anche al mattino dagli studenti delle scuole con palestre inadeguate, in attesa dei necessari interventi di edilizia scolastica che a Trieste sono  particolarmente urgenti». Ma l’aspirante consigliere regionale ipotizza anche «agevolazioni e contributi per le società che intendono convertire capannoni o analoghe strutture dismesse per destinarli all’attività sportiva», pensando anche a «un sostegno per le società che operano attivamente nei settori giovanili e alla realizzazione di una palazzina da destinare a quelle realtà che non hanno una sede vera e propria, utilizzando immobili dismessi come, ad esempio, una delle tante caserme che attendono una destinazione».

Lo sport, secondo Michelli, non può rimanere slegato dal turismo. «Un settore che ha bisogno di trasparenza, soprattutto nella valutazione delle ricadute rispetto agli investimenti pubblici». Per attrarre turisti «sono necessari i grandi eventi, sportivi e culturali, che vadano a sommarsi a quelli già esistenti. Penso a quanto siano importanti a Trieste la lettura e il teatro e alla possibilità di creare manifestazione di alto livello in questi settori. Così come si potrebbe destinare un’area del Porto Vecchio per creare una sorta di ‘Cinecittà’, sfruttando l’immagine che Trieste si è costruita attraverso film, fiction e spot pubblicitari». Per sfruttare al meglio le potenzialità di sport, cultura e turismo, Michelli pensa «a un assessorato che racchiuda questi tre comparti, utilizzando il ‘braccio armato’ di PromoturismoFvg» integrandolo nella Direzione Regionale del Turismo.

Naturalmente l’azione di Michelli in campagna elettorale e dopo il 29 aprile non si esaurirà alle questioni già toccate. «Nelle prossime settimane approfondirò, in una serie di incontri, altri temi delicati e importanti per la città e la regione». Dalle barriere architettoniche e la mobilità delle persone portatrici di handicap, al monitoraggio sul limite di assistiti dai medici di base e i problemi legati all’elevate età media di questi ultimi, fino all’attenzione per le comunità di altre regioni presenti e attive a Trieste. «Cuore, impegno e passione sono alla base della mia attività, professionale e sportiva. E allo stesso modo mi approccio a questa nuova avventura».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • Topi, muffa e sporcizia in un bar di via Carducci: sequestrati gli alimenti

  • In carcere 18enne per l'accoltellamento di scala dei Giganti, parte della gang del "Kalashnikov"

  • Incidente sulla curva Faccanoni: un ferito

  • Gang del "Kalashnikov", la Polizia Locale incastra "Kappa"

  • Decreto Clima, arriva il bonus rottamazione 2020

Torna su
TriestePrima è in caricamento