Sanità, Tondo: «Finiti i tempi in cui chi arriva azzera quello fatto dai predecessori»

«Spero che troveremo una formula per lavorare bene perchè c'è bisogno di persone impegnate che amministrino e seguano i problemi»

«Sono contento che siamo riusciti ad essere tutti uniti perchè come detto in precedenza, paventavo il pericolo che mentre il centrosinistra con i suoi errori ci sta offrendo la Regione su un piatto d'argento, noi con i nostri errori le nostre indecisioni lo avremmo restituito al centrosinistra su un piatto d'oro», così ha dichiarato il candidato del centrodestra Renzo Tondo nel suo intervento a Ring in onda su Telequattro.
«Non sono più i tempi - continua - in cui chi arriva azzera tutto quello che hanno fatto i precedenti. Chi arriva deve fermare le cose che non vanno e salvare quelle che funzionano», parole che di certo hanno creato o creeranno qualche malumore nella coalizione i cui gruppi hanno da sempre aspramente criticato la riforma sanitaria Serrachiani-Telesca.

«Credo - prosegue il candidato del centrodestra - che avrò la serenità, la maturità e la competenza ma soprattutto l'aiuto della comunità. Il limite del governo Serracchiani è stato quello di dare un senso di arroganza. Importante invece trovare un dialogo con la comunità sapendo che non si potrà accontentare tutti».
«Devo molto alla Lega - conclude Tondo -, oltre a Forza Italia, che ha portato i voti. Spero che troveremo una formula per lavorare bene perchè c'è bisogno di persone impegnate che amministrino e seguano i problemi».

Potrebbe interessarti

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Ricetta cheesecake ai frutti di bosco, il dolce estivo da provare

I più letti della settimana

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Euro 6, le novità sulle vetture di nuova immatricolazione

  • Incidente in ex GVT: padre e figlia in ospedale

  • Malore fatale per un operaio nel cantiere di via San Michele

  • Una proposta di matrimonio "da film" al cinema Nazionale

  • Malore in spiaggia, bambina finisce al Burlo

Torna su
TriestePrima è in caricamento