Sanità, Riccardi(FI): «Rotelli, Telesca e Codega in preda alle allucinazioni a causa dello sciopero della fame»

Le dichiarazioni del capogruppo di Forza Italia in Consiglio Regionale Riccardo Riccardi sul mancato rispetto dei tempi d’attesa da parte delle aziende sanitarie della Regione

«Rotelli, Telesca e Codega devono essere preda alle allucinazioni a causa dello sciopero della fame per lo Ius Soli».
Lo dichiara il capogruppo di Forza Italia in Consiglio Regionale Riccardo Riccardi rispondendo sul mancato rispetto dei tempi d’attesa da parte delle aziende sanitarie della Regione.
«Noto - prosegue Riccardi - che, nell’evidente stato confusionale della Giunta sul tema della sanità, l’Assessore Telesca ha bisogno dell’improbabile soccorso di alcuni membri della maggioranza. Tuttavia il compito di Franco Rotelli, in questo come in molti altri casi, risulta decisamente arduo, se non imbarazzante, e di certo non sufficiente a convincermi sul fatto che ho male interpretato le parole dell’Assessore. Ma anche Codega, comunque, deve avere accusato il faticoso sciopero della fame a favore dello Ius Soli, se non si rende conto che i dati in questione sono riferiti proprio al 2016».

«Quanto all’Assessore Tedesca - aggiunge Riccardi - ci vuole un bel coraggio a sostenere che i tempi d’attesa non dipendono dalla riforma che porta il suo nome».
«Il fatto - insiste il consigliere azzurro - che la riforma ha affossato il nostro sistema sanitario è confermato da dati oggettivi, per i quali Rotelli non può nemmeno ricorrere al trucco dell’errata interpretazione. Quanto ai tempi d’attesa nella scorsa legislatura, la cattiva fede di Codega e Telesca è evidente, trattandosi di sistemi, epoche e normative di riferimento totalmente differenti». 
«Consiglio vivamente ai miei interlocutori di riprendere seduta stante a mangiare e bere, onde incorrere in ulteriori abbagli e offuscamenti della lucidità», conclude l’esponente di Forza Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento