Illy al Castello di Spessa: «Turismo ed enogastronomia pilastri del Fvg»

L’altro tema caro a Illy è il vasto panorama dei beni culturali: il candidato senatore crede nella privatizzazione di musei, chiese, per valorizzare il territorio

Alle 18 di Sabato 10 febbraio la suggestiva cornice del Castello di Spessa, proprietà della famiglia Pali, ha ospitato il candidato indipendente al senato Riccardo Illy, che ha esposto i punti del suo programma “Evoluzione Condivisa”, ponendo l’accento su enogastronomia come sinergia fra turismo e accoglienza.
«Il territorio ha bisogno di “rete”, di farsi conoscere» con questa affermazione il sindaco di Capriva del Friuli - Daniele Sergon - ha ceduto la parola a Riccardo Illy.
In un contesto in cui l’economia mondiale è favorevole, Illy sostiene come l’Italia e la regione debbano sfruttare al massimo tutte le opportunità fra le quali svettano enogastronomia e turismo, due temi strettamente legati, che richiedono un rafforzamento della propria rete di prodotti e servizi. Lo sviluppo del territorio secondo Illy riparte da tre ricchezze: turismo; cultura; sport.
L’enogastronomia, legata all’ospitalità anche agrituristica, impone di prevedere la possibilità di strutture recettive che diano la possibilità ai turisti non solo di visitare le cantine, di degustare i vini, di pernottare, ma pure di sviluppare la vendita al dettaglio, formula assai gradita al turista.

L’altro tema caro a Illy è il vasto panorama dei beni culturali, italiani e regionali. Il candidato senatore crede nella privatizzazione di musei, chiese, per valorizzare il territorio. Sono centinaia gli immobili storici e d’arte che dopo una breve e affannata gestione, nel giro di pochi anni, chiudono battenti per una sbagliata politica di gestione che deve comunque far fronte a ristrutturazioni e abbellimenti.
«Il problema è che la maggior parte delle volte siamo abituati a non pagare il biglietto all’entrata» commenta Illy. «Terzo ma non ultimo punto: legare lo Sport al Turismo. Il favorevole clima invernale dà la possibilità al territorio di installare e gestire strutture che in altri posti chiuderebbero per il clima rigido. Lo stesso Castello di Spessa ospita un campo da golf che l’inverno accoglie turisti appassionati. Si prospetta un progetto integrato suggestivo e ricco di spunti per un territorio che sarà alla base della crescita economica. Turismo e enogastronomia, due pilastri su cui basare le fondamenta della crescita della Regione Friuli Venezia Giulia».
La serata si è conclusa con la degustazione ed un brindisi con i pregiati vini nella cantina del Castello di Spessa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Muore a 38 anni dopo una caduta con la moto, Dolina piange Devan Santi

  • Scomparso in Istria un triestino di 58 anni

  • Frecce Tricolori: lunedì il volo su Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento