Ziberna (FI): «Regione e Governo inadeguati su problema immigrazione»

«Oggi l'Occidente dimostra una volta di più tutta la sua inadeguatezza di fronte a questi problemi. Il Governo nazionale e quello regionale non sono da meno», afferma il vicecapogruppo di FI in regione, Rodolfo Ziberna

In VI Commissione, chiamata a esprimere un parere sull'agenda dell'Unione europea in tema di immigrazione, i consiglieri regionali di Forza Italia hanno espresso la loro netta contrarietà.

«Con questo documento - afferma Rodolfo Ziberna - la montagna ha partorito il topolino, ovvero una dimostrazione di come questa Europa non intenda condividere con l'Italia il problema dell'immigrazione, limitandosi sostanzialmente ad accogliere 12mila rifugiati in Italia all'anno per due anni. La Ue non riesce a capire che il flusso migratorio è destinato ad aumentare, e di molto, se non saremo in grado di intervenire nei paesi che generano emigrazione».

«L'Italia - ha aggiunto Ziberna - deve riprendere quel ruolo di leadership, che oggi ha perduto con questo governo nazionale, che le deriva dall'essere Paese costituente della Comunità europea,
per adottare misure choc, ovvero lanciare un nuovo Piano Marshall, coinvolgente tutta la Ue e i Paesi più ricchi del mondo, destinato a far nascere nuova economia nei Paesi che oggi provocano emigrazione. Contemporaneamente bisogna usare strumenti efficaci per bloccare le barche sulla costa africana, agire militarmente ed economicamente insieme agli altri Paesi per disinnescare le guerre che oggi affliggono le aree più povere. Quando l'Occidente lo vuole fare, è capace di farlo e lo si è visto nella crisi in Ucraina o prima ancora nei Balcani».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tuiach porta in tribunale Parisi ma perde la causa

  • Sara Gama corregge giornalista di Sky: "Trieste è in Venezia Giulia"

  • Brutto incidente in superstrada, due persone a Cattinara

  • Brutto incidente in via Costalunga, un ferito

  • Uccise Nadia Orlando: si suicida dopo la condanna a 30 anni

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

Torna su
TriestePrima è in caricamento