Riforma sanità, Barbara Zilli (Lega Nord): «Riforma sanitaria e piano dell'emergenza sono un fallimento»

Barbara Zilli, consigliera regionale della Lega Nord: «Che cosa serve ancora all'assessore Telesca e alla presidente Serracchiani per capire che la riforma sanitaria e il piano dell'emergenza sono un fallimento?»

«Personale e pazienti quante volte ancora dovranno ricorrere ai tribunali per affermare principi che sono ovvi al buon senso comune

Barbara Zilli, consigliera regionale della Lega Nord, commenta così la sentenza del giudice che ha accolto il ricorso di sei specialisti affermando chiaramente che deve subito essere ripristinato il medico di notte negli ospedali di Gorizia e Monfalcone.

Il servizio di medicina interna delle due strutture già dal 2014 non ha più una guardia medica attiva notturna propria, con la conseguenza che le prestazioni mediche necessarie in tale reparto devono essere assicurate dai medici presenti nei reparti d'urgenza.

«Ora, sin da subito, la Regione dovrà provvedere - afferma Zilli - perché il giudice ha dichiarato l'inefficacia del provvedimento organizzativo del 24 settembre 2015 che reggeva la scelta caspestro. È per questo che oggi stesso depositerò un'interrogazione all'assessore Telesca per ottenere le necessarie garanzie per malati e famiglie».

«Nonostante tutto ciò, l'altra mattina in Consiglio regionale l'assessore Vito e i consiglieri Moretti e Gratton hanno benedetto con un no l'aspettativa di referendum popolare per l'abrogazione della riforma sanitaria - chiosa Zilli - dimostrando ancora una volta che gli ordini di scuderia del Pd contano molto più del cittadino e della sua salute».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento