Rioni, Cosolini incontra il Comitato “Roiano Pulita e Sicura”

Capitoli "pulizia" e "sicurezza" i temi caldi dell'incontro. Richiesti una maggior cura e manutenzione delle aree verdi e la presenza della Polizia locale sul territorio. Cosolini promette maggior frequenza e trasparenza sui passaggi della nettezza urbana. Ancora vincoli per il Comune sul posizionamento di nuove telecamere

Nuovo incontro ieri sera in Municipio, dopo i precedenti sopralluoghi e incontri, il primo dei quali nel luglio scorso, tra il Sindaco Roberto Cosolini e una rappresentanza del Comitato rionale “Roiano Pulita e Sicura” guidata dalla coordinatrice Daniela Naccari. Al centro dell'attenzione, per un'esame di quanto già svolto e dei provvedimenti ancora da attivare, presenti accanto al Sindaco, la vice Martini, l'assessore Dapretto e il vicecomandante della Polizia Locale Momic, sono emersi ancora una volta i principali punti indicati dal Comitato come necessari ed emergenti per il rione.

E, in particolare, per il “capitolo” pulizia, una maggior frequenza nello spazzamento delle strade e dei marciapiedi; il più frequente lavaggio delle aree pedonali e dei cassonetti dei rifiuti; una maggior manutenzione delle aree verdi e la pulitura di tombini e griglie per il deflusso dell’acqua piovana. Per il “capitolo” sicurezza sono state invece ribadite le richieste per una maggior presenza della Polizia Locale e delle altre forze dell’ordine sul territorio nonché per la collocazione di nuove telecamere.

In merito a tempi e cadenze della pulizia del rione gli Amministratori hanno annunciato che inizierà a breve sul sito del Comune, in un'ottica di massima trasparenza, la pubblicazione delle frequenze degli spazzamenti stradali nonché degli interventi di spurgo delle caditoie. Il Sindaco Cosolini ha in particolare garantito che sarà verificata con l'Acegas la puntuale esecuzione del numero di spazzamenti contrattualmente programmati, apportando anche eventuali modifiche e correzioni su località e passaggi della nettezza urbana, mentre Dapretto si è impegnato per una verifica delle disposizioni già esistenti quanto a maggior cura degli spazi pubblici assegnati a mercatini e ambulanti per l'esercizio della loro attività.

Per la sicurezza, e in particolare per il posizionamento di nuove telecamere è stato spiegato come il Comune sia vincolato oltre che dai limiti delle risorse disponibili anche dalle normative vigenti che legano la loro collocazione essenzialmente al controllo della viabilità stradale, essendovi inoltre, presso la Prefettura, un piano apposito per il coordinamento funzionale con le altre Forze dell’ordine anche di questo specifico aspetto della sicurezza generale della città. E proprio in quest'ambito si potranno valutare eventuali opportuni aggiustamenti.

È stato inoltre ricordato che la Polizia Locale ha incrementato proprio nell'area di Roiano Gretta la sua presenza, anche tramite le ben 73 presenze dell'Ufficio Mobile nel corso dell'anno che si sono aggiunte al normale pattugliamento. Un appello a tutti, soprattutto alle associazioni, ai negozianti e ai gruppi di cittadini a coordinarsi, come già avvenuto in altri rioni, per prendere in cura una o più zone verdi del rione, in collaborazione e affiancamento a quanto fa il Comune nei limiti delle scarse risorse esistenti, per una manutenzione del nostro patrimonio verde nel segno del volontariato e della solidarietà civica attiva. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento