Sanità, Salina (Pd): «Anche Tondo difende la riforma, Bertoli si aggiorni con lui»

«Tanti i risultati ottenuti in questi 3 anni. Questi sono numeri, non opinioni»

«Mi sembra che a difendere la riforma sanitaria ci sia anche il candidato di Forza Italia, Renzo Tondo. Bertoli provi a fare due chiacchiere con lui per aggiornarsi». Melania Salina, vicesegretaria del Partito Democratico in provincia di Trieste, replica al consigliere comunale azzurro ricordandogli che: «Al di fuori della mia attività lavorativa, posso fare politica anche se dipendente pubblico, almeno quanto la dottoressa Laura Stabile. Lo dice la Costituzione, che un consigliere comunale dovrebbe comunque conoscere». 
Salina precisa poi che: «Per quanto concerne la sanità sono tanti i risultati ottenuti in questi 3 anni, e non 4 come pensa Bertoli. Le visite per “codice breve” effettuate entro 10 giorni sono passate dal 67% del 2015 al 90 di oggi. Il personale è aumentato di 219 persone dopo anni di concorsi bloccati. Ben l’84% dei 164 medici di medicina generale che operano a Trieste è associato nelle medicine di gruppo integrate attive almeno 8 ore al giorno, a cui sono stati aumentati i contributi pubblici per le strutture protette (da 12 a 18 euro al giorno). Per quanto riguarda il pronto soccorso: dal 2016 al 2017 si è ridotto l’accesso dei triestini (-2,3% ovvero -1738 persone) e in particolare dei codici bianchi, dato possibile grazie all’organizzazione territoriale e alle informazioni. Questi sono numeri, non opinioni» conclude Salina.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Muore a 38 anni dopo una caduta con la moto, Dolina piange Devan Santi

  • Scomparso in Istria un triestino di 58 anni

  • Frecce Tricolori: lunedì il volo su Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento