Sanità, Ussai (M5S): "Preoccupazione per la scelta dei commissari"

Auspicavamo un cambiamento nei criteri di scelta dei manager, per privilegiare il valore professionale e quello tecnico. Invece si continua con la vecchia politica dei posti agli amici

"La scelta dei nuovi commissari deve privilegiare il valore professionale e quello tecnico, e non i meccanismi della vecchia politica". Questo il commento del capogruppo del MoVimento 5 Stelle in Consiglio regionale, Andrea Ussai, alle indiscrezioni sulle nomine dei commissari delle nuove Aziende del Servizio sanitario regionale.

La preoccupazione

"Siamo molto preoccupati - fa sapere Ussai - perché auspicavamo un cambiamento anche nei criteri di scelta dei manager della sanità, per privilegiare il valore professionale e quello tecnico. Invece si continua con i meccanismi della vecchia politica (posti agli amici) che non porteranno niente di buono al sistema Salute della Regione. Speriamo - conclude il pentastellato - che il presidente Fedriga ascolti il nostro appello e scelga professionisti di alto profilo, perché saranno decisivi per l'efficacia o meno della riforma sanitaria appena varata".

Potrebbe interessarti

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Freschi di stagione o secchi, ecco perché mangiare fichi fa bene alla salute

  • Tutti con lo sguardo verso il cielo, appuntamento questa sera con l'eclissi di Luna Rossa

  • Gusti estivi, idee per 4 ricette sfiziose a base di zucchine

I più letti della settimana

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Porsche "impazzita" abbatte un semaforo: tragedia sfiorata in viale Miramare

  • Cancro al polmone e malattie respiratorie, Trieste tra le città italiane più colpite

  • Maxi frode in tutta Europa con sequestri per 80 milioni di euro e 25 arresti, in carcere doganiere triestino

  • Freschi di stagione o secchi, ecco perché mangiare fichi fa bene alla salute

  • Cade sulla Napoleonica: ferita dopo un volo di 20 metri

Torna su
TriestePrima è in caricamento