Sicurezza, Sap: «Sempre più frequenti episodi di violenza in città»

«Necessari potenziamento delle forze dell'ordine e nuovi strumenti normativi»

«È da tempo che il Sap pone la questione sulla sicurezza della nostra città che pare evidente non essere più quella di un tempo visto il sempre più frequente accadimento di episodi odiosi, quanto ripugnanti come quelli riportati anche in questi giorni dai mezzi di informazione. Più volte abbiamo posto l’attenzione sul fatto che una reale integrazione di una così grande quantità di persone sia davvero difficile da attuare in un Paese come il nostro che ha una forte crisi occupazionale, economica e che difficilmente riuscirà a garantire un futuro dignitoso a tutte queste persone. Se poi aggiungiamo che a molti di questi non verrà, come già avviene, riconosciuto lo status di rifugiato politico per mancanza dei necessari requisiti, è facile ipotizzare che avranno come unica via da intraprendere, quella della criminalità e della clandestinità».
Queste le affermazioni del Sindacato Autonomo di Polizia in relazione al recente episodio di violenza su una minorenne.

«Tale situazione deve indurre ad un urgente potenziamento delle forze dell’ordine - continua il Sap - in termini di uomini e mezzi con la previsione di arruolamenti ben più corposi di quelli previsti che sono del tutto insufficienti a colmare il deficit che si è creato in questi anni di spending review: anche in questi giorni assistiamo alla chiusura di numerosi uffici di polizia alcuni dei quali anche nella nostra regione».
«Serve inoltre - conclude - che vengano forniti alle forze dell’ordine nuovi strumenti normativi che rendano efficaci gli ottimi risultati conseguiti pur operando nell’emergenza e che poi siano seguiti dalla certezza della pena di chi delinque che allo stato attuale sembra legittimato a compiere tali deprecabili atti. Servono soluzioni chiare e decise al fine di dare risposte al cittadino onesto che chiede solamente il diritto di vivere in sicurezza e in modo civile».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Blitz dei Nas in due locali a Campi Elisi, oltre 12 mila euro di multa

Torna su
TriestePrima è in caricamento