Scabbia in FVG con gli immigrati, Telesca : «infetta solo con contatti prolungati»

Sorveglianza attraverso precisi protocolli, in accordo con le Prefetture e le Forze dell'Ordine, oltre che con le Aziende sanitarie, adottati anche dal Veneto. L'assessore regionale alla salute Telesca conferma che i casi riscontrati vengono trattati con le cure previste per questo tipo di patologia

«La scabbia è un'infezione della pelle che si diffonde solo con contatti epidermici prolungati e in ogni caso la sanità regionale, attraverso i dipartimenti di prevenzione, è costantemente impegnata per tenere sotto controllo gli immigrati e richiedenti asilo presenti in Friuli Venezia Giulia. Posso assicurare che per i nostri concittadini i casi registrati, peraltro pochi, non costituiscono un problema e quindi non devono essere motivo di preoccupazione».

Lo afferma l'assessore regionale alla salute, Maria Sandra Telesca, in relazioni alle apprensioni manifestate in questi giorni.

«I profughi che giungono nella nostra regione - ribadisce Telesca - sono visitati e quindi monitorati per verificarne le condizioni di salute, sia riguardo alla scabbia che a qualsiasi eventuale altra patologia».

«I controlli e il monitoraggio - conclude Telesca -  permettono infatti di intercettare gli eventuali casi e di intervenire immediatamente con le terapie adeguate, non solo per curare queste persone ma naturalmente per garantire la tutela della salute di tutta la nostra popolazione,  proteggendo anche da altre eventuali altre patologie di cui dovessero essere affetti i
migranti che entrano nel nostro paese».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • Aggressione a colpi di martello a Ponziana, due persone a Cattinara

  • Giovane di 15 anni confessa l'accoltellamento: l'accusa è di tentato omicidio

  • Le salme di Matteo e Pierluigi arrivate in Questura, allestita la camera ardente

  • Come arredare un monolocale sfruttando gli spazi in maniera ottimale

  • Investimento sulle strisce in viale Miramare: grave una donna

Torna su
TriestePrima è in caricamento