Forze dell'Ordine, Governo e Regione insieme per aumentare i controlli

Roberti: "Rintracciati nel 2018 1.507 migranti illegali, 154 dei quali sono stati subito riammessi in Slovenia. A questi numeri si aggiungono a gennaio di quest'anno 75 fermi, che hanno prodotto 6 riammissioni in Slovenia e 4 arresti di passeur"

"Il Friuli Venezia Giulia, territorio di confine e punto nodale della cosiddetta 'rotta balcanica', ha bisogno degli investimenti del Governo sulla sicurezza e sul presidio dei confini. Quello odierno è dunque un segnale molto positivo per la nostra regione e per le sue comunità, perché rimarca la difesa di valori fondamentali che devono essere garantiti ai cittadini."

Lo ha dichiarato l'assessore regionale alla Sicurezza, Pierpaolo Roberti, a margine della cerimonia di giuramento dei 290 agenti di Polizia in prova del 202esimo corso di istruzione, al quale ha partecipato, assieme alle autorità civili e militari, il sottosegretario agli Interni Nicola Molteni.

Giuramento allievi Polizia: presente il sottosegretario Molteni (FOTO)

Dopo aver incontrato il questore di Trieste Giuseppe Petronzi, l'assessore ha rimarcato che "la presenza di Molteni nel capoluogo regionale conferma l'attenzione dell'Esecutivo sul tema delle nuove assunzioni in Polizia, che verranno programmate nel prossimo futuro e per le quali sono già stati stanziati i fondi necessari."

I dati

Analizzati i dati dell'attività di contrasto all'immigrazione clandestina effettuata dalle Forze dell'Ordine, congiuntamente al personale dell'Esercito nell'ambito dell'operazione Strade sicure, Roberti ha inoltre confermato che "l'aumento dei controlli sui confini, ottenuto grazie al dialogo tra la Regione e il Ministero, ha permesso di raggiungere risultati immediati, con il rintracciamento nel 2018 di 1.507 migranti illegali, 154 dei quali sono stati subito riammessi in Slovenia. A questi numeri si aggiungono a gennaio di quest'anno 75 fermi, che hanno prodotto 6 riammissioni in Slovenia e 4 arresti di passeur."

"Dobbiamo quindi essere grati agli uomini e alle donne delle Forze dell'Ordine per l'impegno che profondono nello svolgimento del proprio dovere: una dedizione che ha portato a triplicare in pochi mesi il numero di irregolari rintracciati - ha concluso Roberti - e a raddoppiare quello dei favoreggiatori arrestati."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

  • Minorenne picchiato da un 'ambulante': il racconto della vittima

Torna su
TriestePrima è in caricamento