Stato - regione, PD: "I 142 milioni di sconto non esistono"

Bolzonello: "Fedriga smetta di vendere fumo. Non è uno sconto ma un accantonamento quinquennale avviato nel 2014 e in scadenza per legge quest'anno". Questa la dichiarazione del PD dopo l'annuncio del governatore in seguito a un incontro a Palazzo Chigi sugli accordi tra stato e Fvg

"Fedriga non mescoli le carte e smetta di vendere fumo. Lo sconto dei 142 milioni di cui parla Fedriga non esiste, si tratta di un accantonamento quinquennale avviato nel 2014 e in scadenza per legge quest'anno, di cui nessuna legge prevedeva l'estensione". A dirlo è il capogruppo del Pd, Sergio Bolzonello replicando alle dichiarazioni del presidente della Regione Fvg, Massimiliano Fedriga, in merito ai patti finanziari Stato-Regione.

"Nulla di nuovo"

Secondo Bolzonello "Se come dice nelle sue autocelebrative dirette Facebook ora il FVG dovrà dare allo Stato 716 milioni, non c'è nulla di diverso rispetto a quello che Fedriga ha definito Patto finanziario vergognoso. Lo confermano gli atti della sua stessa giunta dello scorso anno e lo conferma il fatto che la legge di stabilità regionale approvata prima di quella nazionale recepisce già queste risorse".

Patto Stato - Regione, PD: "Una corsa contro il tempo"

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Investita da un autobus sulle rive: è grave

  • Economia

    Crisi industria, CGIL: "Più di 1000 lavoratori a rischio"

  • Cronaca

    "Campagna acquisti" della Lega, Manuela Declich abbandona Forza Italia

  • Cronaca

    La CISL: "Da mesi Alma in ritardo con gli stipendi"

I più letti della settimana

  • Rapina e sparatoria a Opicina, ladri ancora in fuga

  • Guida ubriaco e si schianta contro auto dei Carabinieri

  • Investita da un autobus sulle rive: è grave

  • Schianto sulla Costiera: ferito un ciclista

  • Violenta una 20enne a Verona, era stato minacciato con una katana a Trieste

  • Rogo in strada di Fiume 16, a fuoco i sotterranei di un palazzo

Torna su
TriestePrima è in caricamento