Territorio: Regione ribadisce no a rigassificatore Zaule (FOTO)

Incontro della presidente con l'amministrazione comunale di San Dorligo della Valle-Dolina (Ts)

La deroga concessa dal Governo all'area carsica del Friuli Venezia Giulia per l'ampliamento delle quote di terreni ad uso agricolo, gli interventi di edilizia scolastica, i lavori di ristrutturazione del teatro comunale e la gestione, in collaborazione con l'Agenzia regionale per la protezione dell'Ambiente (Arpa), della questione ambientale legata alla presenza dei serbatoi della Società italiana per l'oleodotto transalpino (Siot) sono i principali temi affrontati oggi, a San Dorligo della Valle-Dolina, nel corso di un incontro tra la Giunta comunale e Amministrazione regionale. In merito all'ampliamento dei limiti previsti per le dimensioni delle aree ad uso agricolo, è stato sottolineato con soddisfazione dal Comune come questo provvedimento statale vada incontro alla specificità del territorio carsico e favorisca le produzioni locali d'eccellenza, in particolare quelle legate al vitivinicolo e all'olio d'oliva. Sul fronte dei lavori pubblici, è stata ricordata l'importante opera di ristrutturazione del tetto del teatro comunale (250 posti di capienza): lavori eseguiti grazie ad uno stanziamento regionale di 70mila euro che garantiranno la fruibilità della struttura.

Inoltre è in attuazione un intervento di bonifica dall'amianto che coinvolge un edifico scolastico. A tal riguardo la Regione ha ricordato la possibilità di accedere ai specifici bandi riservati a questo tipo di interventi. La prossimità del territorio comunale al terminale marino dell'oleodotto che da Trieste fornisce il Centro Europa e il disagio legato in particolare all'odore causato da questo tipo di attività sono al centro di un tavolo permanente dove il Comune si confronta con l'Arpa e l'azienda per individuare delle soluzioni che attenuino l'impatto ambientale e i miasmi, dovuti al tipo di greggio di origine caucasica ricco di zolfo. Ma la presenza nel comune di San Dorligo di due importanti insediamenti industriali, come Wartsila e la stessa Siot, non determina delle ricadute fiscali a favore della Municipalità. In tal senso, il Comune ha sollecitato la Regione a promuovere un intervento a livello statale affinché il gettito dell'Imu per le attività produttive riservi una quota destinata agli enti locali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Giunta comunale ha poi chiesto alla Regione lo stato del procedimento riguardante il rigassificatore di Zaule, per il quale, come ribadito dalla stessa Amministrazione regionale, l'Esecutivo del Friuli Venezia Giulia ha espresso formalmente attraverso una delibera la mancata intesa per la realizzazione dello stabilimento. Al termine dell'incontro si è svolta la visita ad alcune realtà produttive del territorio locale: la Betonfer (specializzata nella lavorazione dell'acciaio per l'edilizia) e l'azienda agricola Parovel (produzione autoctona di vino e olio), che quest'anno festeggia il centoventesimo anniversario della sua fondazione. Di particolare rilevanza, in quest'ultimo ambito, la ricerca supportata dalla Regione per l'utilizzo, nell'industria degli integratori, dei polifenoli derivati dell'ulivo: sostanze antiossidanti prodotte in particolar modo dalla pianta della zona carsica come reazione di difesa dal vento di bora.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Morto a soli 27 anni Nicola Biase, tenente dell'Esercito in servizio a Trieste

  • Caso positivo fa scattare una trentina di tamponi a Trieste: altri sette contagi

  • La Polizia Locale piange Sergio Zucchi, il vigile buono e dal grande impegno civico

  • Tragedia a Sella Nevea: donna 55enne muore dopo un volo di 50 metri, abitava a Trieste

  • Rissa notturna a Sistiana: in sei all’ospedale

Torna su
TriestePrima è in caricamento