Tram di Opicina, Cosolini: «Centrodestra imbarazzante: Dipiazza gonfia i muscoli, Bucci evasivo»

Grim: «Il sindaco aveva promesso che sarebbe stato in funzione per la Barcolana: purtroppo siamo in alto mare»

«Imbarazzati ......ma soprattutto Imbarazzanti!» è il lapidario commento di Roberto Cosolini in merito alle dichiarazioni del sindaco Dipiazza sul Tram di Opicina: «Sì perché sulla vicenda del tram l'Amministrazione Dipiazza dimostra di aver trascurato e sottovalutato il tema e oggi, messa alle strette, visti anche i documenti, si dimostra reticente e contraddittoria. Comincia Bucci rispondendo in modo evasivo alle domande di Giovanni Barbo e dei 5 stelle, poi il Sindaco gonfia i muscoli comunicando di "pretendere" licenziamenti (non tocca al socio valutare l'operato dei dirigenti e lui lo sa bene ma intanto fa rumore), ma esponenti della maggioranza lo smentiscono, poi Bucci minimizza in aula e allora che fa il Sindaco? Dice che attende certe risposte altrimenti andrà .....in Procura!».

«Sorgono alcune domande - continua Cosolini -: il Sindaco è a conoscenza di possibili ipotesi di reato? Perché se è così prima va in Procura,e lo fa subito,e poi semmai lo dice (come mai tante contraddizioni fra le posizioni del centrodestra?). Ma soprattutto: ce lo volete dire quando potrà ripartire il tram? Il programma progressivo dei lavori è noto da tempo, le procedure per riattivare anche e quindi? Non sarà mica che dopo aver messo da parte il treno in Porto Vecchio, quello che poteva collegare tra l'altro Barcola, e i suoi annunciati 500 nuovi posti auto, con il centro della città,guarderemo arrugginire altre rotaie?».

Così dichiara invece Antonella Grim, consigliere comunale Pd a Trieste: «Il sindaco Dipiazza faccia lavorare meglio la sua giunta e metta il tram di Opicina tra le priorità dell’Amministrazione: il tempo delle promesse è finito da un pezzo. Quasi un anno fa Dipiazza aveva assicurato che il tram di Opicina sarebbe tornato perfettamente operativo in tempo per la Barcolana, e invece siamo in alto mare».

«Basta parlare di tagli di teste - attacca Grim - basta minacciare le vie giudiziarie, basta dare le colpe alla Regione: governare significa scegliere le priorità; il tram deve essere una delle priorità di questa Amministrazione, perché è tanto caro per i triestini quanto utile per la promozione turistica della città. Non è sufficiente lamentarsi e scaricare le colpe sugli altri. Il tempo è scaduto; adesso Dipiazza trovi il modo di risolvere i problemi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Tuiach porta in tribunale Parisi ma perde la causa

  • Sara Gama corregge giornalista di Sky: "Trieste è in Venezia Giulia"

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Brutto incidente in superstrada, due persone a Cattinara

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento