Tram di Opicina, Lodi: «Richieste del Ministero del tutto inaspettate»

Le dichiarazioni dell'Assessore comunale ai Lavori Pubblici Elisa Lodi riguardo le ulteriori prescrizioni richieste inaspettatamente dal MIT

Ulteriori prescrizioni sono state inaspettatamente richieste dal MIT (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) per il riavvio della linea tranviaria Trieste-Opicina. In merito L'Assessore comunale ai Lavori Pubblici Elisa Lodi ha dichiarato: «Sono stati mesi di importante lavoro per i tecnici dell'Area Lavori Pubblici del Comune che hanno redatto il progettogenerale per la tranvia Trieste-Opicina, presentato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti tramite gli uffici della Regione e che comprendeva la verifica dello stato di fatto e le proposte progettuali per la sistemazione definitiva di tutta la linea, in più fasi ma con l'immediata risoluzione delle principali criticità ai fini della sua riapertura. Questo lavoro si è posto l'obiettivo di ottenere nel tempo una generale riqualificazione di tutto il tracciato, con una precisa definizione degli interventi necessari anche per l'ordinaria manutenzione futura. L'intero programma di riqualificazione ha ottenuto nel febbraio di quest'anno i necessari finanziamenti regionali».

«Gli uffici dell'Area Lavori Pubblici del Comune, in attesa del nulla osta sul progetto peraltro redatto in forza delle prescrizioni già ricevute e condivise con l'USTIF (che, va ricordato, è diretta emanazione del Ministero), si erano in questi mesi adoperati con i progettisti nel predisporre tutti gli atti progettuali necessari all'indizione delle gare per la fornitura dei materiali e la posa degli stessi, come l'appalto per la fornitura delle rotaie, l'appalto per la fornitura delle traversine in cemento armato precompresso e l'appalto per il rifacimento di alcune tratte della linea».

«Tali interventi programmati ed eseguibili per il 2018, e finanziati con notevoli fondi Regionali e Comunali, erano pronti a partire. Risulta quindi una doccia fredda e del tutto inaspettata la richiesta, con un elenco di ulteriori prescrizioni, ricevuta dal Ministero, a seguito delle quali sicuramente avremo un ritardo nell'esecuzione dei lavori e nel riavvio della linea. Ciò dispiace fortemente perchè con il Sindaco Roberto Dipiazza e con il lavoro degli uffici stiamo tutti facendo il massimo per riavviare il Tram, un simbolo della nostra città e una risorsa importante per l'ulteriore rilancio turistico dell'intero nostro territorio».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trieste usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tuiach porta in tribunale Parisi ma perde la causa

  • Sara Gama corregge giornalista di Sky: "Trieste è in Venezia Giulia"

  • Brutto incidente in superstrada, due persone a Cattinara

  • Brutto incidente in via Costalunga, un ferito

  • Uccise Nadia Orlando: si suicida dopo la condanna a 30 anni

  • La bimba simbolo dell'esodo rifiuta la cittadinanza del comune di Bassano

Torna su
TriestePrima è in caricamento